Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски
madonninaDi Carlo Cito e Antonella Monno
Organizzata dall’Associazione Giordano Bruno Puglia

In tempi di pandemia dove ci viene negata la socialità, anche se per validi motivi, ci si deve organizzare diversamente in modo da mantenere i contatti, ed ecco la conferenza online.

L’uomo, l’animale che ha fatto della socialità, dell’interagire con il suo prossimo, uno dei principali punti di forza della sua vita è costretto, suo malgrado in questo periodo, a vivere da solo con se stesso, al massimo con qualche parente più stretto. In questa solitudine spicca la conferenza con Flavio Ciucani e Giorgio Bongiovanni che la alleviano con i loro insegnamenti.

Introduce e modera l’incontro Maria Campobasso che dopo aver presentato l’Associazione Giordano Bruno e Funima International presenta il primo oratore Flavio Ciucani a cui seguirà lo stimmatizzato Giorgio Bongiovanni che non ha davvero bisogno di presentazione.

Flavio maestro di filosofia e storia delle religioni, ma dire maestro è forse sbagliato e riduttivo. Il maestro insegna, a volte, proponendo la stessa lezione nello stesso modo. Flavio è un appassionato della materia e la differenza è notevole. Un appassionato non dorme e non mangia per la sua ricerca e cerca di trasmettere la sua passione per l’argomento a chi lo ascolta, proponendo sempre nuove spiegazioni, interpretazioni e testimonianze, come fa Flavio, su eventi che ha come protagonista la Madre Celeste, le Sue apparizioni.

Flavio è stato ed è a sua volta un allievo di Giorgio Bongiovanni da cui ha appreso la passione per il mistico e i grandi temi dell’Universo abitato, di cui Giorgio si fa portavoce e interprete di una Civiltà Universale che vede con venerazione le apparizioni mariane, testimoniando con la loro presenza fisica durante tali manifestazioni la loro stessa devozione ad eventi che sono sacri anche per loro.

Comunque per coloro che si avvicinano a Giorgio per la prima volta troveranno la sua vita e la sua esperienza mistica, ben documentata, su www.thebongiovannifamily.it

Prima di introdurre l’argomento principale della conferenza è importante fare una breve introduzione sulla Bibbia e sulla promessa del ritorno del Messia.
Tutta la parte dell’antico testamento della Bibbia e tutte le narrazioni in essa riportate, hanno una linea conduttrice: parlano del patto stretto tra Dio e il popolo ebraico.
 
Qual’é il patto richiesto da Dio al popolo ebraico? Seguire le Sue leggi.
Ma perché era così importante che gli ebrei seguissero le leggi di Dio tanto da stipulare un patto?
La necessità del rispetto delle leggi di Dio da parte del popolo ebraico riviene dalla necessità di una significativa crescita spirituale quale condizione necessaria ad accogliere il Messia che sarebbe venuto proprio in quel popolo. Questa interpretazione viene dai grandi rabbini. Uno in particolare, il grande studioso messianico e filosofo Mitonoide che nel medioevo ebbe un’intuizione proprio nel rilevare che tutti gli avvenimenti del popolo ebraico, di cui si parla nella Bibbia e che narrano di questo patto e di come esso sia stato a volte rispettato e a volte disatteso, sono comunque degli avvenimenti che si sono avvicendati nell’attesa del Messia.
L’attesa del Messia nel popolo ebraico è quindi il concetto cardine di tutta la parte dell’antico testamento della Bibbia.
Noi cristiani, siamo gli eredi di questa conoscenza e per noi il Messia ha fatto la promessa del Suo Ritorno e quindi della Sua Seconda Venuta sulla terra per la salvezza dell’umanità. In tutta la storia della cristianità sia nella Prima Venuta che nell’attesa della Seconda Venuta di Cristo, vi è la presenza di personaggi che hanno ricoperto ruoli messianici.
 
Cosa vuol dire avere un ruolo messianico?
La parola “messianico” si collega alla parola Messia che vuol dire Unto di Dio ossia “Benedetto da Dio”. Avere un ruolo messianico vuol dire dunque ricoprire un ruolo legato alla venuta del Messia e all’annuncio della Sua venuta e del Suo ritorno. La Madonna è colei che ha ricoperto e ricopre ancora un ruolo messianico fondamentale.
 
Chi è allora la Madonna nella sua funzione di messaggero?
Non può essere certo una donna normale e del resto non potrebbe esserlo anche perché ha generato il Figlio di Dio.
Per comprendere meglio la figura della Madonna, è bene soffermarsi sull’analisi del più grande mariologo del mondo, René Laurentin, professore di teologia e filosofia che ha studiato tutte le relazioni in merito alle varie apparizioni della Madonna e alle dichiarazioni delle veggenti. Egli pone l’attenzione su quanto ha descritto Bernadette nell’apparizione di Lourdes. Bernadette era semplice e con poca cultura e nelle sue prime descrizioni indica la Madonna con le espressioni “Signora” o “Quella”. Il prete che trascriveva le sue dichiarazioni, intuendo la veridicità dell’apparizione, suggerisce alla bambina di chiedere il nome alla Signora dell’apparizione. La Madonna, prima di dirle il nome, apre le sue mani giunte e le stende verso la terra nel gesto semplice di indicarla, da cui si intuisce il senso dell’eternità della creazione, poi unisce le mani al petto, guarda il cielo in un gesto di continuità che indica l’unione tra cielo e terra e che ci porta ad interpretare che in quel momento lei rappresenti la Creazione del Mondo poi dice: “IO SONO l’Immacolata Concezione”. Quindi la Madonna è l’Immacolata Concezione e quindi non una persona semplice ma qualcosa di più. Inoltre, appare per portare dei messaggi e uno di questi è l’annuncio della seconda venuta del Figlio, Gesù Cristo, il Messia. In tal senso ricopre quindi un ruolo messianico fondamentale e nella sua missione viene accompagnata da altre particolari figure che chiamiamo precursori di Cristo.
 
madonnina1Se vediamo il quadro “Madonna con bambino e San Giovannino” ritroviamo rappresentati tutti i precursori di Cristo, cioè coloro che annunciarono la venuta di Cristo: al centro del quadro è posizionata la Madonna; accanto ci sono gli Angeli o possiamo anche chiamarli Esseri di Luce, che sono apparsi sia nel momento dell’annunciazione che durante la natività per indicare ai pastori la strada per raggiungere la grotta; ai piedi della Madonna troviamo Giovanni il Battista, un altro precursore di Cristo con la missione di preparare gli ebrei ad accogliere colui che li avrebbe salvati; nel cielo è raffigurato quello che oggi chiameremmo ufo, all’epoca un oggetto non ben identificato che emetteva luce molto intensa e che è osservato dal pastore raffigurato nel basso del quadro.
Tutti questi personaggi che sono stati precursori del Messia all’epoca della sua prima venuta, li ritroviamo oggi sempre presenti quando appare Maria per annunciare il ritorno del Figlio:
i contattisti, contattati dagli esseri di luci; i vari Giovanni Battista che annunciano il ritorno di Cristo; le astronavi, che oggi vengono filmate da Antonio Urzi ma che erano già presenti all’epoca delle apparizioni sia alla Salette quando Melania descrive globi luminosi con al centro la Madonna, sia a Lourdes quando Bernadette descrive una grande luce folgorante tanto intensa da attutire la luce del sole e sia a Fatima quando la gente presente nella piazza bagnata dalla pioggia descrive un secondo sole danzante dal calore così intenso da asciugare all’istante le loro vesti bagnate.
Quindi la Madonna è al centro di tutti questi personaggi e tutti ruotano intorno alla prima e alla seconda venuta di Cristo.
 
Ma qual è il mistero del ritorno di Cristo sulla terra?
La buona novella che Cristo chiese agli apostoli di annunciare è la realizzazione del Regno di Dio sulla terra, un Regno con le regole universali in cui sia palesata la scienza dello spirito che governa il mondo dello spirito. Gli apostoli hanno diffuso e creato le prime comunità cristiane organizzate secondo le regole dettate da Cristo e in esse c’era l’unità di intenti di creare una giustizia e una uguaglianza tali da poter accogliere il Ritorno di Cristo.
 
Come si è poi arrivati ad avere l’attuale chiesa e la chiesa evangelica giovannea?
L’attuale chiesa ha mantenuto solo il concetto della fede perdendo gli insegnamenti fondamentale del Cristo che insegnava il principio di assistenza verso gli ultimi e quindi insegnava ad adoperarsi praticamente nelle azioni come dare da mangiare agli affamati, vestire gli ignudi, dare da bere agli assetati ecc.
Tali concetti sono stati recuperati dalla chiesa evangelica giovannea grazie all’opera degli attuali contattati che trasferiscono e diffondono le Verità perdute.
 
Ma chi sono i contattati e come avviene il contatto nelle apparizioni?
Partendo dal concetto che noi siamo stati generati da Dio, che è Spirito, ed essendo generati da Lui siamo Spirito anche noi. Considerando inoltre che la Madonna delle apparizioni, l’Immacolata Concezione, è Spirito Santo Creante, l’unico punto di contatto tra le veggenti e la Madonna durante le apparizioni è lo Spirito. Attraverso lo Spirito quindi la Madonna trasferisce i messaggi ai veggenti.
Quindi il mondo dello Spirito contatta queste persone che possono essere anche ignoranti ma che hanno delle caratteristiche particolari quali la forza d’animo per trasferire ed esprimere ciò che hanno visto e vissuto. Uno dei contattati dei nostri tempi è Giorgio Bongiovanni a cui la Madonna ha affidato un compito determinante che lo ha portato ad essere tra i precursori della seconda di Cristo e quindi ad avere un ruolo messianico accanto alla missione della Madonna.
 
Il ruolo messianico di Giorgio Bongiovanni.
Il 02 settembre del 1990 Giorgio Bongiovanni, seguendo le indicazioni della Madonna in una apparizione precedente, si reca a Fatima. Nel centro della piazza, cade in estasi e gli appare la Madonna che gli affida la missione di smascherare il volto dell’anticristo e tutto ciò che è contrario a quanto indicato da Cristo, attraverso la divulgazione delle verità di fede ma soprattutto delle verità evangeliche.
Inoltre, la Madonna gli chiede se vuole portare i segni della sofferenza di Cristo e nel momento in cui Giorgio accetta, partono dalla Madonna due raggi di luce che colpiscono le sue mani e che gli provocano la comparsa delle stimmate. Da quel giorno si impegna nel ruolo messianico, come quello di Giovanni Battista, di cambiare questa umanità in cui si è inserito l’anticristo e diventa operatore di questa opera.

Con Giorgio Bongiovanni possiamo affermare che c’è una specie di rivoluzione culturale e teologica che si concretizza in tre punti essenziali:

- L’affermazione della presenza di forze, oggetti (testimoniati dalle riprese di Urzi) e di esseri celestiali che nella teologia cristiana manca. L’affermazione che gli Angeli di ieri di cui parla la Bibbia tornano ora nella loro vera essenza.

- La spinta che adopera nei confronti dell’umanità per condurli verso le verità evangeli di Cristo e alla realizzazione di opere prima del suo ritorno. In tal senso promuove attività sociali verso gli ultimi attraverso la Funima International.

- Le azioni per smascherare l’anticristo attraverso la divulgazione giornalistica delle verità oltre che attraverso il sostegno dei giusti nella la lotta al crimine organizzato.

intervistaflavio

Di seguito vengono riportate le domande e le risposte ascoltate durante l’incontro.

Domanda 1) a Flavio
Cosa ci puoi dire sugli oggetti volanti all’interno di pitture sacre?
Di oggetti volanti è difficile parlarne. Anche quando apparivano all’era dei Romani erano oggetti strani e venivano chiamati dischi di fuoco o fiaccole nel cielo e quindi non concepivano che ci fosse qualcosa al di fuori della terra. Questi concetti si stanno riscoprendo oggi ma ci sono ancora cose vere e cose meno vere che si dicono.
Se avete presente l’annunciazione del Crivelli in cui viene raffigurata l’annunciazione dell’Angelo, noterete che a sinistra in alto c’è un disco volante che viene chiamato la Gloria di Dio e ci sono delle persone che guardano questo disco volante. In molte altre pitture appaiono questi dischi. Questo può voler dire che o i pittori hanno visto direttamente i dischi volanti o ne hanno sentito parlare. A volte possono essere la raffigurazione di segni celesti inspiegabili. Dal 1600 con Giordano Bruno si è portato avanti questo concetto di altri mondi abitati. Molti di quelli che noi oggi chiamiamo avvistamenti venivano spiegati come eventi straordinari che avvenivano nel cielo. Bisogna stare attenti alle interpretazioni perché potrebbe succedere di interpretare non correttamente la presenza di un disco volante in alcune pitture come quella di Tebaide. In questo quadro è raffigurato Gerolamo che prega davanti al crocifisso e lì vicino vi è un cappello da cardinale che è stato interpretato erroneamente come un disco volante ma era il simbolo di potere del cardinalizio: un cappello vero e proprio. A parte questo quadro ci sono tanti altri dipinti che raffigurano eventi straordinari che prima del 1600 nessuno riusciva a spiegarsi. Cardano era contattato da Esseri superiori e lui, come è successo in altre occasioni, aveva visto apparire due soli. In quel periodo non si poteva che parlare di “soli” in quanto di ufo o dischi volanti non si aveva ancora cognizione visto che l’ufologia è nata dopo il 1950.
 
Domanda 2) a Flavio
La Santa Madre sapeva già dal momento dell’annunciazione la triste fine del Figlio? Ci sono delle indicazioni in merito?
Io penso che l’Angelo durante l’annunciazione disse tutto alla Madonna ma come ha scritto Benedetto XVI, Maria proveniva da un ambiente essenico e quindi sapeva che il Messia avrebbe predicato, avrebbe sofferto e si sarebbe sacrificato in croce come già indicavano i rotoli del mar morto. Questo è talmente vero che quando a 12 anni Gesù si era perso e lo trovarono nella sinagoga, egli chiuse i rotoli scritti in ebraico e affermò: “quello che è scritto si sta avverando”. Inoltre, risponde a Maria: “ma tu non conosci la missione che devo compiere per il Padre mio?”. Anche considerando il portamento regale di Maria sotto la croce, si può affermare che era consapevole di quello che doveva succedere, della morte e della resurrezione di Cristo di cui resta in attesa con gli apostoli. La Madonna non è un essere normale ed è venuta sulla terra per concepire Cristo e quindi aveva sicuramente piena conoscenza della missione dall’inizio alla fine.
 
Domanda 3) a Flavio
Come si è evoluto il messaggio che la Madonna di volta in volta ha portato ai suoi figli?
Non c’è una vera e propria evoluzione ma un serrante, martellante e costante messaggio della Madonna che non si contraddice mai. Un messaggio dove costringe alla scelta, basti pensare alla Salette dove dice di agire e di dare la propria faccia.
 
Domanda 4) a Flavio
È giusto dire che la terra è il corpo fisico di Maria? E quindi la sofferenza che infliggiamo alla terra impatta su Maria?
Secondo me per rispondere a questa domanda dovremmo considerare la forte percezione individuata dal mariologo Laurentin. Lo studioso affermò che la Terra si può considerare un essere spirituale quello che noi chiamiamo Miriam (Maria). Quindi tutto ciò che facciamo alla terra lo facciamo a Maria, tant’è che essa risponde in maniera fisica con un effetto (terremoti, catastrofi naturali ecc…). Questa reazione indica che la terra è un organismo vivo e non uno morto. Io credo che ci sia questo stretto connubio tra terra e Maria. Padre Laurentin ha spiegato il gesto regale e immortale dell’apparizione della Madonna. Dire che la Madonna ha concepito senza peccato vuol dire che ha ricevuto un dono. Il fatto che la Madonna dica IO SONO l’Immacolata Concezione vuol dire che lei rappresenta l’Immacolata Concezione, cioè la Creazione e rappresenta in quel momento lo Spirito Santo che Crea.
 
Domanda 5) a Flavio
Possiamo interpretare che Maria compartecipa alla passione di Cristo?
La Madonna è trapassata nel cuore dalla spada della sofferenza e compartecipa non solo come Madre essere umano. Maria e Cristo non possono essere considerati esseri solo Umani ma sono esseri superiori e quindi il loro patire insieme è superiore. Patiscono questa sofferenza anche se sono consapevoli della missione. I suoi contemporanei crocifiggendolo non lo hanno riconosciuto, quindi significa che la stessa umanità verso la quale Lui aveva rivolto la sua missione si è rivoltata contro di Lui.
 
Flavio (presenta Giorgio)
La Madonna ricopre il ruolo messianico principale e attorno a lei ruotano altri personaggi che ricoprono anch’essi un ruolo messianico: i diversi Giovanni Battista, i veggenti, gli esseri di luce, gli oggetti volanti e la tua opera che dal 1989 si affianca all’opera di Maria. La Madonna ti ha fatto compartecipe e tu hai risposto alla sua chiamata. La tua missione è diventata una rivoluzione teologica, che ha amplificato e dimostrato i seguenti punti:
- La presenza di oggetti che riempiono il vuoto teologico tra cielo e terra
- Il Ritorno di Cristo sulla terra
Si è passati dalla Verità apostolica (il credo della chiesa cattolica) alle Verità evangelica (io ti giudicherò sulle verità che sono le ingiustizie sociali e la lotta accanto ai giusti)
 
Risposta di Giorgio:
Grazie Rabbi, anziano maestro, di questa tua presentazione.
Non ho molto da aggiungere. Condivido tutte le analisi che tu hai fatto.
Considerando la mia esperienza trentennale, in questo quadro esposto a palazzo vecchio a Firenze attribuito all’artista Sebastiano Mainardi, “Madonna con bambino e San Giovannino”, si vede chiaramente l’uomo con il cane che indica quello che oggi chiamiamo ufo. Questo pittore ha dipinto la classica navicella spaziale con l’alone intorno. Sicuramente non si tratta di una stella altrimenti l’avrebbero raffigurata come stella.
Io ho visto quello che tu hai raccontato, ho visto la Madonna, nelle visioni da ragazzino, da giovane, da uomo e da anziano. La mia vita è stata dedicata al suo messaggio. Poi ho vissuto il miracolo delle stimmate sul mio corpo e mi sono capitate anche molte cose assurde: sono il primo italiano cattolico stimmatizzato che ha avuto accesso al regime moscovita.
 
Domanda 1) a Giorgio
Perché Fatima? Perché la Madonna di Fatima ti ha dato questa missione che si compara alla missione messianica di Maria?
Grande ringraziamento alla Madonna.
La Madonna è una ma ci sono però varie apparizioni. Siracusa e Fatima sono le due apparizione più riconosciute dalla chiesa cattolica e che sono collegate in qualche modo tra di loro. In particolare nell’apparizione di Siracusa (in via degli orti), la Madonna pianse di gioia, malgrado le sofferenze del mondo, perché annunciava la missione Giovannea che si concluderà con la seconda venuta di Cristo. Nell’apparizione di Fatima il messaggio ricevuto è il cuore della nostra missione. È l’unica apparizione dove la Madonna parla espressamente degli extraterrestri. È l’apparizione in cui è evidente il riferimento agli extraterrestri. Lei indica con il dito il sole quasi a dire “guardate il sole” e inoltre in questo gesto richiama ed ordina l’intervento degli Angeli o Esseri di Luce o Uomini delle stelle ovvero Extraterrestri e chiede loro l’intervento fisico. Si palesa quindi il miracolo più grande di tutte le apparizioni perché i presenti videro il doppio sole o sole rotante, come fu descritto da molti. In realtà si trattava di un oggetto simile al sole che si è sdoppiato e si è avvicinato ai presenti asciugando loro i vestiti che erano tutti bagnati dalla pioggia. Noi siamo i servi dell’annunciatore e del consolatore. La Madonna dirige l’opera messianica e di tutte le forze celesti per preparare la venuta di suo Figlio. Fatima è il fenomeno ufologico più evidente nella storia delle apparizioni.
Noi eravamo già in questo cammino grazie all’opera di Eugenio Siragusa e seguivamo i messaggi degli extraterrestri. Questo è il nostro tred union con il messaggio di Fatima.

Domanda 2) a Giorgio
Qual è il ruolo messianico degli extraterrestri?
Il ruolo messianico a riguardo degli extraterrestri è dare le seguenti evidenze:
- gli extraterrestri esistono
- noi non siamo soli nell’universo
- esiste una unione cosmica
 
Gesù ci aveva già preparato a questa verità dicendo che “la casa del Padre mio è fatto di tante dimore”. Inoltre, Cristo parla di 12 legioni che avrebbero potuto salvarlo. Parlando di legioni non si riferisce ad “Angeli” che sono astratti ma si riferisce a persone fisiche. Gesù infatti dice “Se io fossi di questo mondo i miei soldati mi salverebbero subito”. Sta dicendo che ha un esercito e quindi si riferisce ad entità concrete. Alla luce di queste verità, rileviamo che vi è stata una manipolazione della chiesa cattolica che mirava ad impedire a noi di sapere e gioire per l’esistenza di fratelli superiori a noi e dei quali Cristo si serve. Quindi, gli extraterrestri sono degli esseri che partecipano all’evento messianico perché hanno il compito di seguire ed accompagnare Gesù anche fisicamente. Ci sono Angeli che provengono da mondi spirituali ma ci sono anche esseri che vengono da mondi materiali molto più evoluti e che hanno conosciuto prima di noi Cristo o Avatar illuminati da Dio. La differenza tra noi e loro è che loro hanno accettato la redenzione e noi l’abbiamo rifiutata o meglio è stata accettata da pochi. Non è vero che tutta l’umanità è perduta. Ma queste spighe di grano sono soffocate da un campo pieno di zizzania. L’intervento del Messia è quello di poter liberare dalla zizzania questa parte di umanità redenta. Gesù non è solo, e non verrà solo sulla terra ma sarà accompagnato da questi Angeli, perché quando è venuto da solo (senza i suoi soldati) pur avendo guarito tutti i malati e aiutato i più deboli e quindi aver mostrato chiaramente che era il Figlio di Dio, è stato perseguitato ed ucciso dall’umanità di quel tempo. Oggi gli Angeli per volere del padre lo accompagneranno e non permetteranno l’arresto di Cristo ma con Cristo giudicheranno il mondo.

Domanda 3) a Giorgio
La Santa Madre Miriam indica nelle apparizioni cosa desidera o cosa non desidera che si faccia?
La Madonna indica, a chi vuole seguire il suo messaggio, ciò che si deve fare veramente.
Non penso che non ci possano essere ulteriori altri messaggi. Del resto io non sono l’unico veggente a cui è apparsa la Madonna. Io però sono sicuramente uno che non nasconde i messaggi.
Gli altri non ho dubbi che vedano la Madonna ma penso siano manipolati da potenti della chiesa cattolica che li portano a dire solo quello che vogliono che dicano. Sicuramente la Madonna non vuole che tu vada solo a mangiare il corpo di Cristo ma vuole che poi lasci tutto per seguire il Figlio.

Domanda 4) a Giorgio
Il parto come è avvenuto? Come è avvenuta la nascita di Gesù?
Gesù è stato partorito attraverso il concepimento astrale ed il parto è avvenuto quando c’è stato un passaggio da vibrazione astrale a corpo materiale. La Madonna ha avuto le doglie ma poi Gesù è nato come un Essere di Luce. Nel protovangelo di Giacomo si dice che Giuseppe ha visto un lampo di luce al momento della nascita. La Madonna doveva creare il corpo fisico per l’Essere di Luce Gesù.

Domanda 5) a Giorgio
Perché la chiesa non aiuta gli stimmatizzati come te?
Per lo stesso motivo per cui non aiutarono Cristo. Io non sono seguito dalla chiesa di Cristo. La chiesa non mi vuole perseguitare ma solo ignorare. Hanno capito che è meglio lasciarmi stare. Quando hanno cercato di “ostacolarmi” (alcuni cardinali mi volevano ammazzare) si sono scatenati gli scandali di pedofilia (1/4 dei preti messi sotto inchiesta) e non hanno fatto più nulla contro di me. Questo Papa è stato designato per ripulire il marcio della chiesa. Papa Benedetto XVI non era capace di affrontare lo scandalo più grande mai avvenuto.

Domanda 6) a Giorgio
Abbiamo passato da poco il 27 gennaio e ricordato i morti dei massacri che ci sono stati. La Santa Madre ci perdonerebbe?
Più che chiederci se la Santa Madre perdona o non perdona dobbiamo ricordare che Cristo è il giudice. Il ravvedimento consiste non solo nel confessare i peccati ma soprattutto nel cambiare vita totalmente, altrimenti non si è perdonati perché si è tradita ed ingannata la fiducia di chi ha perdonato. Vi è pentimento quando trasformo ciò che facevo di male in azioni di bene. A me interessa il pentimento dell’anima accompagnata dall’azione fisica. La notizia certa è, che l’umanità non si pentirà.

Domanda 7) a Giorgio
Abbiamo parlato del ruolo messianico della Madonna e dei fratelli extraterrestri. Abbiamo parlato del tuo ruolo messianico e quindi di quello che abbiamo chiamato Giovanni Battista. Come ti senti in tale ruolo?
Io ci tengo a dire che non sono Giovanni Battista ma cerco di imitarlo come la voce nel deserto. Quello che è vero è che sono stato scelto e che diffondo i messaggi della Madonna e che sono parte di questa missione messianica. Sono un tassello, sono parte dell’annunciatore cioè servo la Madonna per l’annuncio del ritorno di Cristo. Sento di imitare Giovanni Battista, ma ho dubbi di riuscire ad imitarlo considerando che la grandezza di questi personaggi è inimitabile.

Domanda 8) a Giorgio
Quali sono dal 2000 ad oggi le difficoltà che hai incontrato nel tuo cammino, quelle che incontri ancora e le cose che non riesci a realizzare?
Non ci sono cose che non riesco a realizzare. Ci sono cose che si realizzano in un tempo più dilatato. Perché le cose che penso di fare sono venute dal cielo e quindi le voglio realizzare. Dobbiamo sempre ricordare che il nemico è più forte di noi e quindi dobbiamo avere l’umiltà di affidarci al nostro Re che è più forte di noi. Il nemico lo dobbiamo affrontare con coraggio perché il nostro Re è anche il suo Re. Noi dobbiamo restare uniti nella fede e nella forza, perché abbiamo Cristo. Siamo una comunità modesta come numero ma abbiamo la forza di milioni di persone.

Domanda 9) a Giorgio
Vorrei farti una domanda sulla sofferenza che passa dal tuo corpo. Come fai a conciliare la tua sofferenza con la tua missione che ti prende tutto il tempo? Come fai a far coincidere queste due cose?
La sofferenza la supero con l’amore con cui faccio la cosa che mi piace fare. Io temo le sanguinazioni ma non mi tirerò mai indietro. Anche Padre Pio si era stancato ma non si rifiutava mai di rispondere al Signore che lo chiamava.

Domanda 10) a Giorgio
Qual è il messaggio più significativo che secondo te Siragusa ha ricevuto?
Eugenio ne ha scritti tanti. Il cuore del messaggio di Eugenio continua attraverso di noi e anche attraverso altri. Secondo me il cuore del messaggio di Siragusa è “La seconda venuta di Cristo sulla terra accompagnato da esseri extraterrestri sulla terra”. Quando vedo che viene scansato questo concetto mi innervosisco. Lui lo ha scritto che il cuore del messaggio ero io. Usando la filosofia di Flavio diciamo che Eugenio ha saputo legare la parte spirituale con la parte extraterrestre.

Domanda 11) a Giorgio
Con chi hai avuto dei contatti?
Ho avuto contatti con Gesù la Madonna e anche Adoniesis, Ashtar Sheran, Setun Shenar, Semarus, Yara, Maya.
 
Conclusioni di Giorgio:
Cari fratelli e amici studiate, leggete i libri di Flavio di Pier leggete il vangelo cercate i messaggi. Fate gli scolaretti che nel gergo vuol dire preparatevi ad essere iniziati. Poi scendete in campo con noi quando diventate maestri con le azioni. Unitevi a noi.
 
Conclusione della conferenza
Cosa aggiungere dopo tutto quello che è stato detto, come al solito, sia in presenza che online, la conferenza di Giorgio e Flavio ci ha arricchito lo spirito, ammonito il nostro comportamento, confortato nelle nostre miserie umane.
Ricordatevi di studiare (il Vangelo e i suoi insegnamenti) e di agire appena pronti per manifestare a favore della Vita e della Giustizia.
Arrivederci alla prossima volta.

Carlo Cito-Antonella Monno
Bari, 9 febbraio 2021.

Link per riascoltare: https://www.youtube.com/watch?v=2iy5SBAiUa4&feature=youtu.be

Altre interviste:
https://www.thebongiovannifamily.it/interviste-a-giorgio-bongiovanni-2-articulo.html

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea cd-viaje-bg

Siti amici

220X130_mystery

ban3milenio

ILSICOMOROA

Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

Libri

ilritorno1 tapa libroGB Giovetti1
cop dererum1books11
copertina italiano140