Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски
papafrancescobenedettoDi Claudio Rojas
Sabato 6 febbraio Papa Francesco ha nominato, per la prima volta, una donna, la religiosa francese Nathalie Becquart, come sottosegretaria del Sínodo, che sarà affiancata nell'incarico dallo spagnolo Luis Marín di San Martín, come annunciato dal Vaticano.
La nomina della prima donna nella storia al Sinodo di Vescovi sembra avere allontanato ancora di più Benedetto XVI da papa Francesco. Fonti da Roma assicurano che il papa emerito crede che questa volta il religioso argentino sia andato oltre.
 

Qualcosa sembra non andare molto bene in Vaticano. Alla preoccupazione per la salute di papa Francesco, costretto a cancellare diversi eventi per il dolore causato dalla sciatica che lo colpisce alle gambe e alla schiena, si è aggiunto il presunto dissapore di Benedetto con l'attuale pontefice. Secondo alcuni mezzi di comunicazione europei, il papa emerito è inorridito per la nomina di una donna al Sinodo di Vescovi conferita nel fine settimana.

"Benedetto è atterrito", ha detto Lynda Telford, una storica religiosa, aggiungendo che "il papa emerito è un curato antiquato che crede che le donne sono solo per pregare e riprodursi e che la loro funzione sia quella di rimanere a casa ed ubbidire.
La posizione di Francesco nei confonti delle donne differisce molto da quella dei religiosi più conservatori. Ricordiamo che a gennaio di quest' anno ha annunciato, per mezzo di un documento pontificio, che le donne potranno salire sull'altare a leggere la messa e potranno aiutare il sacerdote a somministrare la comunione.
Papa Francesco si è addirittura mostrato aperto all'idea di permettere che siano ordinati uomini sposati nella zona dell'Amazzonia per far fronte alle necessità spirituali di chi vive in quella regione del mondo dove c'è scarsità di chierici.
L'anno scorso quell'intenzione di Francesco non si concretizzò, in parte, perché il papa emerito ed altre prominenti voci della Chiesa cattolica la respinsero categoricamente.
 
Per gli storici, il tema del celibato e la partecipazione femminile ha fatto sì che molti si pongano delle domande su cosa succederebbe se per motivi di salute papa Francesco dovesse dimettersi.
All'interno del Vaticano Papa Francesco è perseguitato sia dalla corrente massonica all’interno della curia, sia dai cattolici più ortodossi e conservatori, saldamente ancorati al dogma, per aver, tra altre cose: scomunicato la mafia, dissolto lo IOR (Istituto di Opere religiose), che è la banca del Vaticano, aver riformato il Codice penale aumentando le sanzioni contro i pedofili, aver permesso ai divorziati di avvicinarsi alla Chiesa, riconosciuto l'abuso di sacerdoti contro suore; e soprattutto per aver aperto il dibattito sul celibato nella Chiesa. "Non essendo un dogma di fede" c’è sempre la porta aperta al dibattito.
 
Ricordiamo che nei tre primi secoli, quando il Cristianesimo era perseguitato perché fedele agli insegnamenti di Gesù Cristo, il celibato non veniva imposto a nessuno; quando finì la persecuzione ed il Papato scese a patti con il potere, si lasciò entrare Satana nelle sue file e, da allora, è impegnato nella distruzione di quella che era la Chiesa di Cristo; incominciarono così ad imporre a poco a poco il celibato ed il demonio sapeva che quella sarebbe stata la perdizione dei suoi membri.
Quelli che dicono di avere il dono del celibato e commettono fornicazioni hanno pervertito quel dono di Dio. Inoltre, se una chiesa obbliga qualcuno a non sposarsi quando non ha ricevuto il dono della continenza di Dio si sta condannando al fallimento e a cadere nelle perversioni.

Il celibato è un dono che Dio concede ad alcune persone (Matteo 19:11; 1 Cor. 7:1-2, 7-9). Colui che non ha ricevuto questo dono, non deve tentare di vivere una vita di celibato permanente! Ovviamente, chi sceglie una vita di celibato non deve avere relazioni sessuali con uomini, né donne, né bambini, né animali. (1 Tim. 4:12; Efesi 5:3). Detto ciò, è meglio sposarsi che bruciare di desiderio sessuale (1 Cor. 7:9).

1 Cor7:24 Fratelli, ognuno rimanga davanti a Dio in quella condizione in cui era quando è stato chiamato. Sei insieme a una donna? Non separarti. Sei libero? Non cercare una donna.

Vogliamo focalizzare l'attenzione sulle parole di Paolo riguardo lo stato di celibato. Egli afferma che è buono ed accettabile se qualcuno ha il dono di non sposarsi. Paolo vorrebbe che tutti avessero quel dono, ma riconosce che non è così per la maggior parte di loro. Essere sposato è lo stesso che essere celibe.
Entrambi sono doni positivi che Dio concede! Detto ciò, lo stato di celibato offre benefici in quanto si è al servizio al Signore. Quelli che non si sposano possono concentrarsi sul loro ministero con meno distrazioni.
La Bibbia insegna chiaramente che alcune persone hanno un dono speciale di continenza. Dio ha dato loro la capacità di non sposarsi senza cadere nell'immoralità. Possono dedicarsi appieno al servizio di Dio. Anche così, la norma per la maggior parte delle persone, è sposarsi.
Quelli che cercano di vivere una vita da celibi ma non hanno il dono del celibato, lotteranno e falliranno.

Da nessuna parte la Bibbia insegna che il religioso deve astenersi dal matrimonio. Al contrario, la grande maggioranza delle guide spirituali nella Bibbia erano sposati e avevano figli. Osserva l’elenco di persone di fede in Ebrei 11:

Abel non menziona discendenza
Enoc non menziona discendenza
Noe ha discendenza
Abramo ha discendenza
Sara ha discendenza
Isacco ha discendenza
Giacobbe ha discendenza
Giuseppe ha discendenza
Mosè ha discendenza
Giosuè non parla di discendenza, ma è probabile l’avessi
Rahab ha discendenza
Gedeon ha discendenza
Barac non menziona discendenza
Sansone non menziona discendenza
Jefté ha discendenza
Davide ha discendenza
Samuele ha discendenza e molti altri
 
Osserva, anche, che uno dei requisiti dei vescovi previsti in Tito 1:6 è essere marito di una sola donna.
1 Timoteo 3:2 Un vescovo deve dunque essere irreprensibile, marito di una sola donna, sobrio, prudente, dignitoso, ospitale, capace di insegnare.
 
Non dobbiamo sottovalutare il dono del celibato. Dio lo ha concesso a coloro ai quali Lui ha voluto concederlo. Non dobbiamo però neanche essere estremisti e pensare che tutti i leader in una chiesa debbano possedere questo dono. Come vediamo, è molto diffuso nella bibbia il concetto che i leader in una chiesa siano sposati. Gli apostoli avevano moglie (Matteo 8:14-15; 1 Corinzi 9:5).
È stato il patto del cristianesimo originale con il potere quello che ha fatto cadere la Chiesa Cattolica nelle mani del demonio, questa è la Chiesa di pietra; e si iniziò a dettare dei dogmi che nel tempo l’avrebbero distrutta come Istituzione di culto alla fede, dall’interno.

Il Sinodo di Elvira (300-303). “Divieto completo per i vescovi, i sacerdoti e i diaconi, ossia per tutti i chierici che sono impegnati nel servizio dell'altare, che devono astenersi dalle loro mogli e non generare figli; chi ha fatto questo deve essere escluso dallo stato clericale".

Concilio di Nicea, anno 324. Constantino "il grande" l'imperatore di Roma proponeva il celibato per tutti coloro che facessero parte della chiesa.

Primo concilio Lateranense anno 1123, canone 3. "Proibiamo assolutamente ai presbiteri, diaconi e chierici la compagnia di concubine e mogli, e la coabitazione con altre donne”.

In un'enciclica del 1079, diretta a tutta l'Italia e la Germania, il Papa Gregorio pronunciò queste violente parole: "Se ci sono presbiteri, diaconi, o chierici colpevoli del crimine di fornicazione (cioè che vivono con donne come loro mogli), proibiamo loro, nel nome del Dio Onnipotente e per l'autorità di San Pietro, di entrare nelle chiese (introitum ecclesiae), fino a quando si saranno pentiti e avranno rettificato la loro condotta”.

Mateo 15: 7 “Ipocriti! Bene ha profetizzato di voi Isaia, dicendo: 8QUESTO POPOLO MI ONORA CON LE LABBRA, MA IL SUO CUORE È LONTANO DA ME. 9INVANO ESSI MI RENDONO DEVOZIONE, INSEGNANDO DOTTRINE CHE SONO PRECETTI DI UOMINI”.

Ciò che è fondamentale è che la vera Chiesa Cattolica, continuatrice fedele dell'insegnamento originale, la Chiesa dei missionari, dei rivoluzionari, dei santi e degli iniziati, è indistruttibile, come disse Gesù (Matteo 16:18… e le porte degli Inferi non si apriranno su di essa).

Claudio Rojas
16 Febbraio 2021

https://www.semana.com/mundo/articulo/el-papa-emerito-benedicto-xvi-esta-horrorizado-por-las-reformas-de-francisco/202128/

Allegati:

- 11-10-20 Abbiamo abbandonato Dio
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2020/8710-abbiamo-abbandonato-dio.html

- 15-01-20 Lo scisma è un fatto
https://www.thebongiovannifamily.it/cronache/cronache-dalle-arche/cronache-dalle-arche-2020/8335-lo-scisma-e-un-fatto.html

- 6-11-19 La teologia della liberazione in Cile
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2019/8232-la-teologia-della-liberazione-in-cile.html

- 4-11-19 La Chiesa non vuole infastidire il potere
https://www.thebongiovannifamily.it/cronache/cronache-dalle-arche/cronache-dalle-arche-2019/8238-la-chiesa-non-vuole-infastidire-il-potere.html

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea cd-viaje-bg

Siti amici

220X130_mystery

ban3milenio

ILSICOMOROA

Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

Libri

ilritorno1 tapa libroGB Giovetti1
cop dererum1books11
copertina italiano140