Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски

rostro2DAL CIELO ALLA TERRA

HO SCRITTO IL 17 GENNAIO 2020:

ANCORA SEGNI DELLA PRESENZA DI CRISTO SULLA TERRA

EGLI È GIÀ IN MEZZO A VOI E, PRESTO, SCENDERÀ CON POTENZA E GLORIA "SULLE NUVOLE DEL CIELO". DALL'INDIA ALLE AMERICHE SINO ALL’ESTREMO ORIENTE E, SOPRATUTTO, NELLA GALILEA DEI GENTILI EGLI APPARE E ANNUNCIA IL SUO RITORNO E IL GIUDIZIO DI DIO SULLA TERRA.
BEATI I PURI DI CUORE, I GIUSTI E GLI ELETTI PERCHÉ DI LORO SARÀ IL REGNO DI DIO IN TERRA.

IN FEDE
G. B.
PIANETA TERRA
17 Gennaio 2020

ARRIVA IN VATICANO UN'OSTIA CONSACRATA SU CUI È APPARSO IL VOLTO DI GESÙ
di P.G. Caria

Il sito Matters India, il 13 gennaio 2020, ha pubblicato un articolo dal titolo “Ostia miracolosa inviata a Roma per studi scientifici” http://mattersindia.com/2020/01/miracle-host-sent-to-rome-for-scientific-study/
Il fatto a cui si riferisce e di cui vado ad esporvi le dinamiche, è accaduto in India nel 2013 e, data la grande rilevanza mistica e religiosa, è stato infine deciso dalle autorità ecclesiasticherostro1 di realizzare a Roma ulteriori e più approfonditi studi sull'oggetto del prodigio mistico - si tratta di un'Ostia consacrata - per stabilire definitivamente se possa essere ufficializzato dalla Chiesa Cattolica come miracolo eucaristico. Data l'importanza dell'evento, riteniamo importante diffonderlo anche attraverso i nostri canali, tenendo pure in considerazione gli eventi internazionali accaduti di recente che indicano una ulteriore escalation dei fatti apocalittici i quali, secondo noi, denotano la prossimità della Parusia. Insomma, per dire che a nostro avviso l'arrivo a Roma, in Vaticano, di questa reliquia in questo particolare momento, non è un caso. Magari indizio di una visita più importante alle sacre stanze che si approssima...?
Ma veniamo all'accaduto...
Il 15 novembre 2013, il Reverendo Padre Thomas Patrickal stava celebrando la Santa Messa delle 7 del mattino nella chiesa dedicata a Cristo Re, nel villaggio di Vilakkannur, a circa 50 chilometri a est della città di Kannur, nel Kerala, in India. Nel momento in cui il prete stava consacrando l'Ostia, si rendeva conto che su di essa era comparsa una macchia che lentamente aumentava di dimensione."Diventò grande e più luminosa e presto apparve un volto" ha testimoniato il reverendo successivamente. Centinaia di persone hanno quindi visto il viso splendente di Gesù comparso sulla particola: "era in bianco e nero, non a colori" ha affermato uno dei testimoni. Il Parroco decise dopo di custodire l'Ostia miracolosa in un ostensorio, per poterla meglio preservare e, dopo, la mise sull'altare per l'adorazione. Padre Patrickal ha detto che il viso splendente era ancora visibile quando ha chiuso l'ostia all'interno del tabernacolo, intorno alle 11 del mattino. La notizia fece in breve il giro del villaggio e si è sparsa a macchia d'olio nei dintorni e molti fedeli iniziarono a recarsi nella chiesa di Vilakkannur, anche da vari centri abitati vicini, per ammirare e venerar e il possibile miracolo eucaristico.

rostro3Nei giorni successivi, migliaia di persone si recarono a Vilakkannur attratte dalla notizia, al punto tale da costringere le autorità locali, i principali funzionari di polizia del distretto e del dipartimento di vigilanza, ad intervenire, in quanto l'enorme afflusso di persone aveva bloccato la strada per Paithalmala, una delle principali località turistiche delrostro5 nord del Kerala.
Il fenomeno miracoloso accadeva mentre la parrocchia si stava preparando per la festa di Cristo Re, il 24 novembre 2013, pochi giorni dopo la distribuzione nella zona di opuscoli anti-cattolici che deridevano proprio l'Eucaristia.rostro4
L'arcidiocesi di Tellicherry, sempre nel Kerala, dopo la notizia del miracolo, mandò una squadra per indagare sul fenomeno e, dopo tre giorni, decise di prelevare l'Ostia miracolosa per l'osservazione e per sottoporla a studi scientifici. Dopo cinque anni, nel numero di settembre 2018, la rivista arcidiocesana “Girideepam” (Luce della montagna), ha pubblicato una nota dell'arcivescovo di Tellicherry George Njaralakatt, che annunciava la decisione della Chiesa di restituire l'ostia e di renderla nuovamente disponibile alla venerazione dei fedeli.
La rivista arcidiocesana affermava che l'Ostia era stata sottoposta a numerosi studi da parte della commissione teologica della Chiesa locale, i cui risultati indicavano che il fenomeno poteva essere considerato un miracolo eucaristico. L'arcivescovo aveva proibito alla parrocchia di tenere l'ostia sull'altare maggiore o di usarla per l'Adorazione del Santissimo Sacramento. "Dovrebbe essere conservato in un luogo appositamente sistemato su un altare laterale insieme ad altre reliquie nella chiesa", decretò il prelato. In ogni caso, l'arcivescovo aveva anche chiesto alla parrocchia di registrare possibili segni e avvenimenti soprannaturali e di preservarli in modo scientifico, allo scopo di poterli rendere disponibili per l'ispezione e lo studio da parte delle autorità della Chiesa. Infine, veniva deciso che l'Ostia miracolosa dovesse essere inviata a Roma per ulteriori studi nell'ambito di un processo che potesse permettere di stabilire definitivamente se dichiarare ufficialmente il fatto come un miracolo eucaristico. Joseph Payikatt, ex fiduciario della parrocchia, ha detto che l'Ostia è stata portata nel quartier generale della Chiesa siro-malabarese a Kakkanad, un sobborgo di Kochi, il 10 gennaio 2020. Il giorno seguente è stata consegnata all'arcivescovo ragusano Giambattista Diquattro, nunzio apostolico in India e Nepal, per essere successivamente inviata in Italia. Sentiremo ancora parlare di questo fatto eccezionale? Verranno diffuse le risultanze degli studi che verranno fatti sull'Ostia miracolosa? Non lo possiamo sapere con certezza, ma sicuramente, possiamo affermare che siamo nel tempo in cui “la verità da sotto il moggio viene alla luce”… ed è un processo inarrestabile.

Pier Giorgio Caria, 16 gennaio 2020

Messaggi allegati al interno:

 

pennington

DAL CIELO ALLA TERRA

LA SECONDA VENUTA DI CRISTO


CHI HA ORECCHIE ASCOLTI!
GESÙ CRISTO MANTERRÀ LA SUA PROMESSA:
“…E vedranno il Figlio dell'uomo venire sopra le nubi del cielo con grande potenza e gloria” (Matteo 24-30).
EGLI RITORNERÀ IN CORPO, ANIMA E SPIRITO E SI MOSTRERÀ A TUTTO IL MONDO. MILIARDI DI PERSONE ASCOLTERANNO LA SUA VOCE. IL TEMPO DELLA SUA MANIFESTAZIONE POTRÀ AVVENIRE MENTRE SI CONSUMA UN OLOCAUSTO NUCLEARE SE L'UMANA FOLLIA CONTINUA A GALOPPARE COME UN SOMARO MATTO O IMMEDIATAMENTE DOPO EVENTI CATASTROFICI NATURALI CAUSATI DALL’OSCILLAZIONE DELL’ASSE MAGNETICO TERRESTRE E DA UNA NUOVA DERIVA DEI CONTINENTI. LO SPOSTAMENTO DEI POLI ED IL CONSEGUENTE LORO ASSESTAMENTO È PROVOCATO PRINCIPALMENTE DAI VOSTRI ESPERIMENTI NUCLEARI; LA DERIVA DEI CONTINENTI È DOVUTA INVECE AD UN INDISPENSABILE RIEQUILIBRIO EVOLUTIVO DEL PIANETA STESSO.
GESÙ CRISTO NON RITORNERÀ SOLO, MA INSIEME ALLE SUE LEGIONI ANGELICHE.
“Quando verrà il Figlio dell’uomo nella sua gloria e tutti gli angeli saranno con lui, allora egli sarà assiso sul trono di gloria. Tutte le genti saranno raccolte davanti a lui ed egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dai capri, porrà le pecore alla sua destra e i capri alla sinistra.” (Matteo 25-31-32).
COME VI ABBIAMO NUMEROSE VOLTE RIPETUTO SIAMO NOI GLI ANGELI DI IERI, GLI EXTRATERRESTRI DI SEMPRE PROVENIENTI DA ALTRI MONDI FISICI, SIAMO VOSTRI FRATELLI CHE HANNO SVILUPPATO UNA SUPER CIVILTÀ. ALTRI ESSERI ANGELICI SUPERIORI A NOI VENGONO DA MONDI SPIRITUALI E ASTRALI, ESSI SONO I NOSTRI MAESTRI COSMICI, LE NOSTRE GUIDE. NOI E LORO SIAMO GLI ANGELI E GLI ARCANGELI A CUI FA RIFERIMENTO GESÙ NEL VANGELO.
EGLI HA PROMESSO DI RITORNARE NELLO STESSO MODO COME È SALITO IN CIELO: «E, detto questo, mentr'essi guardavano, si levò in alto, e una nuvola lo nascose agli occhi loro. E come essi avevano ancora gli occhi fissi in cielo mentr'egli se ne andava, ecco due uomini in bianche vesti presentarsi, e dire: “Uomini di Galilea, perché state a guardare il cielo? Questo Gesù, che è stato di tra voi assunto fino al cielo, tornerà un giorno allo stesso modo in cui l'avete visto andare in cielo” (Atti degli Apostoli 1-11).
LA PROMESSA DEL RITORNO DI GESÙ NON È SOLO UNA LIETA NOVELLA PER DONARE SPERANZA AGLI UOMINI, MA UNA CERTEZZA ASSOLUTA. È UNO DEI COMANDAMENTI CHE CRISTO HA LASCIATO AI CRISTIANI ED ANCHE AI LAICI. (A tal proposito vogliamo ricordare a tutti che è nel cuore di Dio anche la persona non credente che mette in pratica gli insegnamenti di Cristo). GESÙ CRISTO INFATTI RACCOMANDA DI OSSERVARE I SUOI RITI SOPRATTUTTO IL BATTESIMO, RICORDANDO QUELLO AVVENUTO SUL FIUME GIORDANO PER MANO DI GIOVANNI IL BATTISTA, E LA SANTA COMUNIONE IN MEMORIA DELLA SUA PASSIONE, MORTE E RESURREZIONE ED ESORTA I CREDENTI A CONFIDARE NEL PRECETTO DELLA SUA SECONDA VENUTA.
IL VERO SIGNIFICATO DELLA VENUTA DI CRISTO QUINDI NON È UN MESSAGGIO DI SPERANZA, MA UNA CERTEZZA DI FEDE SU CUI SI FONDA IL CUORE DELLA CRISTIANITÀ E LA REDENZIONE DEI GIUSTI. NEL VANGELO, INFATTI, EGLI NON PARLA DI SÈ STESSO SOLAMENTE IN RIFERIMENTO AI TEMPI IN CUI STAVA OPERANDO SULLA TERRA; OLTRE CHE DELLA SUA MORTE, DELLA SUA PERSECUZIONE E DEL SUO SACRIFICIO, CRISTO PARLA SPESSO CON I SUOI APOSTOLI DEL FUTURO.
NESSUNO CONOSCE IL GIORNO E L’ORA DELLA SUA VENUTA, MA SECONDO I SEGNI E GLI EVENTI CHE IL PADRE STA MANIFESTANDO SULLA TERRA QUESTO È IL TEMPO DEL RITORNO DEL FIGLIO DELL'UOMO.
È CERTO E VERISSIMO CHE LUI RITORNERÀ E SARÀ IL TEMPO DEL GIUDIZIO.
CON LA SUA SECONDA VENUTA CRISTO CONFERMA LA VERA NATURA DIVINA DI SUO PADRE DIO, IL CREATORE, CHE NON È SOLO L’AMORE, MA ANCHE E SOPRATTUTTO LA GIUSTIZIA, VALE A DIRE LA MANIFESTAZIONE DELL’ORDINE E DELL’ARMONIA NELL'INTERO EDIFICIO COSMICO.
GESÙ RACCOMANDA AI SUOI DISCEPOLI DI NON TEMERE DI PERDERE LA PROPRIA VITA E DI NON ACCUMULARE TESORI SULLA TERRA, NE DI AFFANNARSI PER LE UMANE COSE.
“Non affannatevi dunque dicendo: Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo? Di tutte queste cose si preoccupano i pagani; il Padre vostro celeste infatti sa che ne avete bisogno. (Matteo 6, 31) AL CONTRARIO CHIEDE LORO: “Cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta. Non affannatevi dunque per il domani, perché il domani avrà già le sue inquietudini. A ciascun giorno basta la sua pena. (Matteo 6, 34).
“CERCATE IL REGNO DI DIO E LA SUA GIUSTIZIA” DICE GESÙ.
QUESTA FRASE AVALLA QUANTO NOI ABBIAMO ESPRESSO PRECEDENTEMENTE.
SOLO NEL TEMPO DEI VANGELI PER LA STESSA VOLONTÀ DEL PADRE È STATO PERMESSO A CRISTO DI ANTEPORRE L’AMORE ALLA GIUSTIZIA PER AIUTARE GLI UOMINI. UNA OFFERTA DI REDENZIONE E DI PERDONO PER TUTTA L'UMANITÀ, MA CHE È STATA ACCOLTA SOLO DA COLORO CHE HANNO CREDUTO IN LUI.
INFATTI CRISTO NON RACCOMANDA AL PADRE TUTTI GLI UOMINI, MA SOLO COLORO CHE METTONO IN PRATICA I SUOI INSEGNAMENTI E CONDANNA GLI IPOCRITI E I FALSI.
LEGGETE IL SEGUENTE PASSO DEL VANGELO E NON DIMENTICATE MAI QUESTA FRASE: “IO NON PREGO PER IL MONDO, MA SOLO PER COLORO CHE MI HAI DATO”.
“Io prego per loro; non prego per il mondo, ma per coloro che mi hai dato, perché sono tuoi. Non prego solo per questi, ma anche per quelli che per la loro parola crederanno in me; perché tutti siano una sola cosa. Come tu, Padre, sei in me e io in te, siano anch'essi in noi una cosa sola, perché il mondo creda che tu mi hai mandato.” (Giovanni 17, 9-20-21)
“All'udire ciò, Gesù ne fu ammirato e disse a quelli che lo seguivano: «In verità vi dico, presso nessuno in Israele ho trovato una fede così grande. Ora vi dico che molti verranno dall'oriente e dall'occidente e siederanno a mensa con Abramo, Isacco e Giacobbe nel regno dei cieli, mentre i figli del regno saranno cacciati fuori nelle tenebre, ove sarà pianto e stridore di denti». (Matteo 8, 10-12).
GESÙ RICHIAMA INOLTRE ALLA GIUSTIZIA DEL PADRE PER CONDANNARE LE CITTÀ DI GERUSALEMME, CAFARNAO E BETSAIDA AD UNA SORTE PEGGIORE DI QUELLA TOCCATA A SODOMA E GOMORRA, PER NON AVER CREDUTO AI SUOI MIRACOLI.
“Gerusalemme, Gerusalemme, che uccidi i profeti e lapidi quelli che ti sono mandati, quante volte ho voluto raccogliere i tuoi figliuoli, come la gallina raccoglie i suoi pulcini sotto le ali; e voi non avete voluto! Ecco, la vostra casa sta per esservi lasciata deserta. Poiché vi dico che d’ora innanzi non mi vedrete più, finché diciate: Benedetto colui che viene nel nome del Signore! (Matteo 23, 37-39).
«Allora si mise a rimproverare le città nelle quali aveva compiuto il maggior numero di miracoli, perché non si erano convertite: Guai a te, Corazin! Guai a te, Betsaida. Perché, se a Tiro e a Sidone fossero stati compiuti i miracoli che sono stati fatti in mezzo a voi, già da tempo avrebbero fatto penitenza, ravvolte nel cilicio e nella cenere. Ebbene io ve lo dico: Tiro e Sidone nel giorno del giudizio avranno una sorte meno dura della vostra.
E tu, Cafarnao, sarai forse innalzata fino al cielo?
Fino agli inferi precipiterai!
Perché, se in Sodoma fossero avvenuti i miracoli compiuti in te, oggi ancora essa esisterebbe!
Ebbene io vi dico: Nel giorno del giudizio avrà una sorte meno dura della tua!» (Matteo 11, 20-24).
LA SUA STESSA SECONDA VENUTA È ANTICIPATA DA UN EVENTO DI GIUSTIZIA. IL FIGLIOL DELL’UOMO RITORNERÀ INFATTI QUANDO NESSUNO LO ASPETTA:
“Come fu ai giorni di Noè, così sarà la venuta del Figlio dell'uomo. Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano e bevevano, prendevano moglie e marito, fino a quando Noè entrò nell'arca, e non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e inghiottì tutti, così sarà anche alla venuta del Figlio dell'uomo”. (Matteo 24, 37-39).
ALLO STESSO MODO IL LIBRO DELL’APOCALISSE SCRITTO DALL’APOSTOLO GIOVANNI SI CONCLUDE CON IL TRIONFO DELLA CELESTE GERUSALEMME E CRISTO È IL GIUDICE CHE CONDANNA GLI ASSASSINI DELLA VITA E I DISUBBIDIENTI ALLA MORTE SECONDA, LA PUNIZIONE DELLO SPIRITO, E CHE NEL NUOVO REGNO CONCEDE LA VITA ETERNA AGLI ELETTI E A TUTTI COLORO CHE HANNO AVUTO FEDE IN LUI.
QUESTO IN STRETTISSIMA SINTESI È IL CONCETTO, CHE ANCORA UNA VOLTA, PER VOLERE DEI NOSTRI MAESTRI COSMICI E DELL'ALTISSIMO ADONAY ABBIAMO VOLUTO MANIFESTARVI, AFFINCHÈ I VOSTRI SPIRITI SIANO LIBERI DAL DUBBIO CHE L'ANTICO AVVERSARIO DI CRISTO, IL MALIGNO, VUOLE INSINUARE NELLE VOSTRE MENTI, CIOÈ CHE CRISTO HA DIMENTICATO I SUOI FRATELLI E CHE NON TORNERÀ PIÙ.
NON SARÀ COSÌ LA VERITÀ, L'ASSOLUTA VERITÀ È CHE GESÙ RITORNERÀ VITTORIOSO PER LA GIOIA DEI GIUSTI E DEGLI ELETTI.
PACE!

DAL CIELO ALLA TERRA

Pianeta Terra
18 gennaio 2011. Ore 20:41
G.B.


- 12-06-19 Ho visto il Ritorno di Cristo sulle nuvole del cielo
https://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2019/8068-ho-visto-il-ritorno-di-cristo-sulle-nuvole-del-cielo.html

- 14-02-19 Non abbiate timore, Io sono qui
https://www.giorgiobongiovanni.it/cronache/cronache-dalle-arche/7909-non-abbiate-timore-io-sono-qui.html

- 18-11-18 Sono Io il Signore della Luce
https://www.giorgiobongiovanni.it/arche-2018/7811-sono-io-il-signore-della-luce-cristica.html

- 9-07-18 Cerchi nel grano e Ritorno di Cristo
https://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2018/7687-cerchi-nel-grano-e-ritorno-di-cristo.html

- 15-03-18 Il Segno del Ritorno di Cristo
https://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2018/7532-il-segno-del-ritorno-di-cristo.html

- 24-12-18 S. Natale 2018. Abbiate cura di voi
https://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2018/7846-s-natale-2018.html

- 26-04-17 Il Ritorno
http://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2017/7198-il-ritorno.html

- 1-07-09 Ho bussato! Ho chiamato!
http://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2009-2000/2009/430-ho-bussato-ho-chiamato.html

- 24-03-09 Santa Pasqua 2009
http://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2009-2000/2009/402-santa-pasqua-2009.html

- 24-12-07 Il Regno di Dio è dentro di voi
http://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2009-2000/2007/304-santo-natale-2007-il-regno-di-dio-e-dentro-di-voi.html

- 16-09-07 Riconoscetemi da ciò che vi dico
http://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2009-2000/2007/296-riconoscetemi-da-cio-che-vi-dico.html

- 15-02-07 L’ultimo sigillo: Il ritorno
http://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2009-2000/2007/255-lultimo-sigillo-il-ritorno.html





DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea cd-viaje-bg

Siti amici

220X130_mystery

ban3milenio

ILSICOMOROA

Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

Libri

ilritorno1 tapa libroGB Giovetti1
cop dererum1books11
copertina italiano140