Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски
inhocsignovinces
DAL CIELO ALLA TERRA
HO SCRITTO IL 27 GENNAIO 2020:

CON QUESTO SEGNO VINCERAI!
LA NOSTRA È UNA GUERRA SPIRITUALE. NON È LA VITTORIA DELL'IMPERATORE COSTANTINO IN BATTAGLIA, È IL SEGNO DELLA PASSIONE DI CRISTO CHE NOI ABBIAMO NEL CORPO E NELLO SPIRITO. ANNUNCIA LA SUA VITTORIA AL MONDO, LA SUA SECONDA VENUTA POTENTE E GLORIOSA SULLA TERRA, IL GIUDIZIO DI DIO E L'INSTAURAZIONE DEL SUO REGNO SU QUESTO PIANETA.
IN HOC SIGNO VINCES.
IL RACCONTO DI SANDRA DE MARCO.
LEGGETE E MEDITATE!
IN FEDE
G.B.

PIANETA TERRA
27 Gennaio 2020
 
IN HOC SIGNO VINCES

Di Sandra De Marco

Dopo duemila anni, cammina ancora in mezzo a noi il Segno inequivocabile della Sua Presenza: le ferite sanguinanti di un Dio che si è fatto a nostra immagine e somiglianza. Il suo alito rigurgita lo Spirito di Verità, il suo cammino è la Via da seguire. Anche oggi l'Annunciatore dell'Apocalisse ci elargisce nuove rivelazioni, per aprire le nostre menti alla Scienza dello Spirito. Ascoltiamo e meditiamo.

30 NOVEMBRE 2019 - LAMEZIA TERME

CONFERENZA DI GIORGIO BONGIOVANNI

Buongiorno a tutti.
Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.
Innanzitutto, vorrei dirvi che oggi sono felice di essere qui insieme ai miei figli, loro sono la ricompensa del Signore. Da Lui non ho ricevuto ricchezze materiali, e ne sono contento; questo è il più grande regalo che un genitore possa avere dai propri figli, perché non sempre essi seguono le orme del padre o della madre. Io volevo che studiassero, avessero un lavoro, che fossero onesti, indipendenti e godessero di buona salute. Noi abbiamo sempre cercato di inculcare i nostri valori. Non davo nemmeno per scontato che abbracciassero la fede di Cristo, ero già felice della loro educazione e rettitudine. Invece, sono figli illuminati da Dio, missionari. Poco fa, dopo la sanguinazione, li ho chiamati nella mia stanza e ho detto loro che sono il regalo più grande che Dio abbia potuto elargirmi.

Vorrei essere più preciso, perché ho altri figli 'adottati', piccoli e grandi, che a tutti gli effetti sono come Sonia e Giovanni. Ho ricevuto dal Signore il dono più grande perché L’ho amato e servito: negli ultimi trent'anni ho dato tutto quello che avevo al Padre di Cristo, al quale io credo e nutro rispetto e riconoscenza; anche se la mia fede in Lui è merito di Suo Figlio Gesù Cristo, che voglio esaltare nella più alta espressione di un Dio che non ho visto. Non sto bestemmiando, dico ciò che penso e vivo da trent'anni. Io Lo sento dentro, Lui mi parla quando prego, ma non L’ho mai visto come vedo voi. Ognuno di noi abbraccia la fede in base alla propria esperienza, ma io ho avuto la fortuna di vedere Gesù Cristo e in Lui l'espressione di Dio. Non mi interessa un dio invisibile, senza avere la possibilità di fare domande per poterLo servire sempre al meglio.
Io ho consacrato la vita a Cristo, dal quale ho già ricevuto la mia ricompensa in vita: i miei figli e tutti i loro amici sono con me, non posso chiedere altro.
Ora devo portare a termine il mandato che mi ha affidato e dare a Lui tutto quello che posso, affinché mantenga il mio dono, la salute e la prosperità spirituale di questi ragazzi. Non vi parlerò dei passi della Bibbia, né commenterò i tanti filmati che avete già visto, potete valutarli privatamente.
Oggi voglio trasmettervi un Messaggio.

“Credo in Dio perché esiste Gesù Cristo. Non esiste Dio senza Gesù Cristo. Gesù Cristo può esistere anche senza Dio. Cristo esiste e non ha bisogno di Dio. Egli, invece, ha un bisogno indispensabile, necessario, irreversibile della figura di Cristo.
La grande Intelligenza Onnicreante del Padre sapeva che l’uomo avrebbe avuto, ed ha, una speranza, una via d’uscita dalla sua scelta sbagliata, dai suoi peccati mortali, dalle sue decisioni erronee e dall’autodistruzione che sta ponendo in essere contro sé stesso. E, nella Sua grande saggezza, ha deciso di rivelare la Propria persona attraverso l’uomo.
Sebbene sia apparso sul Monte Sinai come una fiamma ardente, rimane pur sempre un Dio invisibile al mondo, a cui è difficile credere. Un Dio giustiziere che si manifesta attraverso le forze della natura (il Mar Rosso, le piaghe d'Egitto, il profeta Sansone, etc.). È anche un Dio vendicativo, intollerante, giustiziere, un po' tiranno. La fede ci impone di credere, ma non è un Dio che soddisfa.
Io credo al Dio di Mosè, ma Egli Stesso ha voluto perfezionare la Sua rivelazione. Per meglio dire, aveva un disegno ben preciso per manifestarSi, affinché un giorno noi avessimo la possibilità di conoscere la Sua Vera Rivelazione.

Quando Gesù di Nazareth si presenta e compie delle opere, il Padre ci convince della Sua esistenza in quanto Dio dell'Amore, della Perfezione e della Giustizia, a differenza di quel Dio potente, onnipotente, onnipresente, onnisciente che si è presentato nella Bibbia, il quale non era umano e non 'comprendeva' bene l'uomo.
Lasciatemi esprimere il confronto tra Dio e l'uomo attraverso alcune metafore, affinché comprendiate il messaggio; userò il linguaggio umano, che è alla portata di tutti, così da farlo arrivare diritto al cuore. Non farò discorsi teologici, nonostante io conosca a memoria la Bibbia, come potrei ripetere a memoria anche il Vangelo, perché l'ho vissuto.
Dio ha finalmente capito che avrebbe dovuto rivelarsi all’uomo in modo diretto, affinché lui potesse conoscerLo, toccarLo, andando ben oltre i fuochi ardenti, le luci, il sangue nel Mar Rosso e i fulmini; nel diluvio universale, Dio appare a Noè in sogno per avvertirlo che avrebbe distrutto il mondo.

Così, attraverso la Sua Intelligenza Onnicreante e potente, Dio decide di incarnarsi e farsi uomo. Per dimostrare che Lui è il vero Dio, si è incarnato povero. Nasce in una grotta e si fa riscaldare dall'alito di una mucca e di un asinello per manifestare all’umanità che Egli è la Mente dell'universo, è amore e umiltà. L'espressione più alta di Dio si incarna in Gesù di Nazareth. La dimostrazione che Dio esiste è data dalla storia di Gesù: cammina sulle acque, resuscita i morti, moltiplica i pani e i pesci, guarisce tutti. Proprio tutti! È scritto nel Vangelo: «Gesù percorreva tutta la Galilea, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni sorta di malattie e di infermità nel popolo. La sua fama si diffuse per tutta la Siria e conducevano a lui tutti i malati, tormentati da varie malattie e dolori, indemoniati, epilettici e paralitici; ed egli li guarì». (Mt 4,23)
Quando si trovava a casa di Pietro, a Cafarnao, Gesù guariva tutti quelli che si recavano da Lui o si facevano portare, ad eccezione di coloro che per scelta rimanevano nelle proprie case o nei lebbrosari. Se in una giornata si fossero presentati a Lui duemila malati, tutti sarebbero rientrati sani.
Eppure, i miracoli non sono la prova dell'esistenza di Dio. Gesù Cristo comanda le forze della natura, cammina sulle acque, compie i miracoli, moltiplica i pani e i pesci, ma la vera prova dell'esistenza di Dio è quando si è schierato contro tutti i poteri che schiacciavano i deboli; puntando il dito contro i capi della Chiesa e i ricchi, alleandosi con gli emarginati, i malati, gli ultimi, le prostitute e gli omosessuali. Lo dico con il massimo rispetto, perché a quel tempo l'omosessualità era considerata una patologia. E, attraverso la Sua potenza, Gesù annuncia che tornerà con giustizia.

Quindi, io credo in Dio perché Gesù di Nazareth ha dimostrato scientificamente e teologicamente con la dottrina, e politicamente con l’attivismo sociale, che Lui era ed è il Figlio del Dio vivente, che non deve ritornare perché è già tornato. Io vi dico, in verità, che è qui in mezzo a voi. Non sono io il Cristo, ma ve lo annuncio. Io mi sento ispirato e legato alla missione di San Giovanni Battista, che Lo annunciava duemila anni fa. L’ho visto tante volte, mi è apparso e L’ho toccato. Non so perché mi conceda la fortuna di vederLo risorto, dopo la morte. Io non posso replicare il motivo per cui non si mostri a tutti, nemmeno posso nasconderlo; come è avvenuto quando, dopo la Resurrezione, si è presentato solo agli apostoli e ad alcune donne. Oggi, tra due miliardi di persone che credono al Suo ritorno, io appartengo a quel gruppo ristretto che L'ha visto risorto nel corso dei duemila anni. Gesù non deve rinascere, né si deve reincarnare: Cristo è risorto. Quando il sepolcro è stato scaraventato da una luce abbagliante, il Signore ne è uscito con tutto il corpo e, per missione, non lo ha più lasciato, sebbene un genio solare sia in grado di farlo in qualsiasi momento. Egli mi ha convinto che Dio esiste. Quando L'ho visto, ho detto: “Io credo a Tuo Padre, perché ci sei Tu. Lui non si mostra a nessuno e non si schiera mai dalla parte dei deboli”. Gesù mi ha risposto: “Non è così, ti sbagli. Mio Padre è con i poveri, perché chi vede Me, vede il Padre”.
Io ho risposto: “Sì Signore, io vedo Te, mi basta e avanza”.

Questo è Gesù Cristo, Lo toccherete quando si mostrerà a tutti. Non scenderà dal Cielo per farsi bello, come fanno gli uomini potenti della Terra, bensì manifesterà la Sua Potenza per dimostrare che è Lui; tutti gli angeli e le astronavi che voi vedete sono al Suo servizio. Vi chiederete che cosa c'entrino gli angeli e Lui risponderà:“Pensate forse che il Padre sia così pazzo da creare senza motivo l'infinito universo composto da miliardi e miliardi di stelle e pianeti?”. Lo ha fatto affinché la vita umana ci fosse anche in altri pianeti, dove Suo Figlio è andato e ha redento civiltà che non sono un’esclusiva della Terra, ma sono sparse nell'universo. Io ho incontrato e parlato molte volte con questi Esseri, che mi rispettano, sono nostri fratelli; per loro il Cristo è la Luce divina.
Se noi avessimo accettato la redenzione, se potessimo viaggiare nell'universo con le astronavi e incontrare altre società dove l'uomo è ancora allo stato primordiale, con la clava sulla spalla, anche noi parleremmo loro di Cristo. Se questo è possibile, è verosimile anche il contrario. Infatti, Gesù ha rivelato:
“La casa del Padre mio ha molte dimore” (GV 14,2), facendo riferimento alle stelle, ai pianeti, alle galassie. C'è un universo spirituale e uno umano, in cui le civiltà come la nostra vi sono comprese.
Il Signore mi ha detto: “Giorgio, devi annunciare quello che farò, anche se non posso rivelare il giorno e l'ora”. Io ve lo ripeto alla lettera, perché non so se ci sarò; probabilmente mi spedirà in un altro pianeta a portare il Suo messaggio.

Mi ha rivelato che chiamerà in disparte il Suo popolo, poi si recherà in Vaticano e salverà la Sua Chiesa Cattolica nel momento in cui si troverà sull’orlo del precipizio dell’inferno. Fermerà la mano di Satana, pronta a spingerla per farla sprofondare, dichiarerà colpevoli tutti i suoi vertici e assolverà i veri missionari; parlerà ai capi di Stato e giudicherà l'umanità intera.

Quando Egli si mostrerà ci sarà una grande confusione: le televisioni parleranno di effetti speciali di Hollywood, molti penseranno a un trucco, altri diranno che si tratta di manovre militari; pochi si inginocchieranno con devozione. Il Segno più grande apparirà nel momento in cui Cristo farà resuscitare tutte le persone decedute nelle ultime settantadue ore e quelle già sepolte usciranno dalle loro tombe.

Potenzialmente, con la tecnologia di oggi, il potere è in grado di simulare il ritorno di Cristo, ma nessuno, nemmeno il diavolo, può risuscitare i morti degli ultimi tre giorni. Inoltre, Gesù guarirà istantaneamente tutti i malati del mondo! Quando questo avverrà, tutti ci inginocchieremo ed esclameremo: “Signore, Signore!”. A coloro che non si sono pentiti Egli dirà: “Non vi conosco, non so di dove siete. Allontanatevi da me voi tutti operatori d'iniquità!” (Lc 13,27); “Via lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno» (Mt 25,41); A chi Gli ha dato da mangiare quando aveva fame, da bere quando ha avuto sete, vestito quando era nudo, ospitato quando era forestiero, visitato quando era ammalato o incarcerato, dirà: “Voi siete i miei eletti”.

Nessuno sa di preciso cosa succederà. Per quanto possiamo essere bravi a interpretare l’Apocalisse di Giovanni, il Vangelo o le lettere di San Paolo, a farli nostri e trasmetterli, nessuno conosce nei minimi dettagli quello che accadrà: noi non lo sappiamo, nemmeno i veggenti di Fatima. Siamo certi, e sono disposto a giocarmi la vita, che Lui tornerà, si manifesterà con potenza e gloria, resusciterà i morti e guarirà tutti i malati; sarà accompagnato da navicelle extraterrestri della Confederazione Interstellare, ci giudicherà dalle opere e instaurerà il Regno di Dio sulla Terra. Non createvi dei dogmi. Nel momento in cui lo facciamo e ci fossilizziamo, il Signore per rompere i nostri schemi e le nostre esaltazioni, farà accadere la profezia sconvolgendo tutte le aspettative che abbiamo! Gli atei che si sono comportati bene, andranno insieme a Cristo. Chi ha preso la comunione tutti i giorni, ma non ha fatto le opere, non sarà con Lui; non ci andranno nemmeno i mafiosi che hanno dato le offerte alla Chiesa. Infatti, Papa Francesco li ha scomunicati tutti. Qui, sulla Terra, ci sono messaggeri che ve lo annunciano: io sono uno di questi.

D: Tu hai avuto la fortuna di incontrare Cristo, non è un caso, e l’Anticristo. Puoi descriverli fisicamente?

Giorgio: Nelle visioni spirituali, ho visto Cristo in tanti modi diversi, perché la dimensione spirituale è differente dalla nostra, posso vederLo anche con i simboli.
Invece, fisicamente parlando, l’incontro è avvenuto sempre allo stesso modo. Una volta, L'ho visto mentre entravo in un edificio a forma tubolare; avevo l'impressione che volasse, ma non vedevo stelle al di fuori. Sebbene gli spazi fossero molto grandi, ho visto passare solo due Esseri di luce e un bambino. Gesù era semisdraiato su un divano, a una decina di metri davanti a me, e mi aspettava. Era vestito con una tunica bianca, mi ha colpito il fatto che avesse solo la corona di spine; è molto simbolico. Quando mi sono avvicinato non mi ha abbracciato, ma si è fatto toccare. Lui mi ha sorriso, ricordo benissimo i Suoi denti e nelle mani portava i Segni. A quel punto, mi ha dato un messaggio: “Ricorda a tutti che Io ci sono”, poi si è alzato con l'intento di abbracciarmi o forse di accarezzarmi, ma io ero scioccato.

Gesù è molto virile, maschio, ma allo stesso tempo ha un’espressione d’amore così carismatica che affascina tantissimo. Ha la barba un po’ più lunga della mia, i capelli lunghi di colore castano chiaro e assomiglia molto alla Sindone elaborata dalla NASA. L’aspetto è quello di un giovane di trentatré anni, con lo stesso corpo resuscitato di duemila anni fa. I messaggeri celesti del passato e del presente ci hanno insegnato che tutti gli esseri astrali, che hanno un corpo di luce, possono mantenere il proprio corpo fisico inalterato per millenni; figuriamoci cosa può fare Gesù, il Maestro dei Maestri.

L’anticristo assomiglia molto all’attore Tom Cruise, che spero non me ne voglia, anche nel portamento. È alto come me, ha un corpo atletico, distinto, ma è sempre molto serio durante i nostri incontri; l'ultima volta che ci siamo visti mi ha detto: “Creerò il vuoto intorno a te”.

D: Nel libro 'Da stella a stella' si legge: “Il Vecchio Testamento è stato falsificato, ma anche il Nuovo Testamento ha molti difetti che sono dovuti per la maggior parte ai traduttori religiosi”. Che significa esattamente?

P. Caria: Non c'è una manipolazione per cui il Vangelo sia stato truccato. C'è una alterazione nella spiegazione che viene data alle genti dall'istituzione cattolica e da moderni presunti traduttori, che in realtà fanno un macello, perché non ci consentono di discernere, essendo noi privi di strumenti cognitivi e culturali. Non dimentichiamo che nella stragrande maggioranza dei casi non abbiamo mai letto la Bibbia, né il Vangelo e quindi ci affidiamo ai traduttori, accettando la loro versione dei fatti senza conoscere gli originali. Ci troviamo, quindi, in una condizione illogica, irrazionale e assurda, per non dire del tutto immatura.
Non c'è una manipolazione della Scrittura, bensì della spiegazione e dell'interpretazione, per cui, spesso, ci vengono fornite versioni demenziali e fantasiose, lontane anni luce da ciò che è stato scritto in modo semplice.

Giorgio: I messaggi di Ashtar Sheran riportati nel libro che hai citato, dei Santini (Circolo Medianico della Pace di Berlino) e di altri veri contattati come Howard Menger e George Adamsky, appartengono alla scuola primaria. Come ai bambini insegnano la storia della seconda guerra mondiale in forma idonea alle capacità di apprendimento, alla stessa stregua negli anni Cinquanta gli Extraterrestri davano messaggi adatti alla comprensione di quell'epoca.
Ciò non significa che si nasconda la verità agli alunni delle elementari, bensì vengono fornite loro le nozioni basiche; mentre gli approfondimenti come i diari di Hitler, il tradimento di Himmler, in accordo con i servizi segreti americani e molto altro, saranno trattati al liceo o all'università.

Oggi noi riceviamo i messaggi migliori non perché siamo diversi, semplicemente siamo stati scelti e abbiamo detto sì. Dal 1952 ad oggi, ci troviamo all'università. Nel mio sito troverai approfondimenti che solo attualmente possiamo comprendere: la vita spirituale, le sette dimensioni, i maestri cosmici, i geni solari, gli Esseri di luce, gli alieni biologici, la vita nelle galassie, la Confederazione Interstellare, lo Spirito Santo che compenetra tutto, etc.

Noi siamo stati scelti anche per un altro motivo: raccogliere i migliori documenti UFO della Terra e filmarli; e lo dimostriamo. Viaggiando nel mondo, molti li ho avuti da astronauti e generali russi, ma tutti i filmati che oggi mostriamo sono nostri e il contattato Antonio Urzi è italiano.
Se persevereremo, saremo candidati a filmare l’atterraggio di un'astronave, dalla quale gli Extraterrestri scenderanno, mi tenderanno la mano e, rivolgendosi a me, diranno: “Buonasera terrestri, siamo venuti in pace”. Noi lo facciamo gratuitamente, con tutto il cuore e siamo pronti a dare la vita anche riguardo ad altri temi sociali; loro apprezzano questo e per tale motivo hanno puntato su di noi.

Pier: Io consiglio sempre di iniziare con la lettura dei venti libri di Ashtar Sheran, per poi approfondire con i messaggi di Eugenio Siragusa e Giorgio Bongiovanni. I primi, per la cultura media, sono l'apoteosi e richiedono comunque una certa capacità cognitiva. Per poter comprendere i difficilissimi messaggi teologici e cosmici di Eugenio e Giorgio è necessario fare prima tutto il percorso della spiegazione extraterrestre, iniziata settanta anni fa, che vi porterà a un cambiamento radicale.

D: Nel Vangelo apocrifo di Pietro si parla di nubi lucenti e di due esseri che fecero rotolare il sepolcro, vi entrarono per poi uscire sorreggendo un altro essere. È possibile che Cristo non fosse mai morto? È possibile che i discepoli di Emmaus abbiano incontrato un Cristo in uno stato di morte apparente? Alcuni contattisti affermano che il Cristo sia attualmente in vita in un pianeta, quindi la Sua presenza potrebbe essere quella di un Extraterrestre che ci ha portato un messaggio e che la Madonna sia un’aliena con la missione di studiare le culture presenti sulla Terra per portare un messaggio di evoluzione e redenzione.

Giorgio: I parametri sono le basi fondamentali per formare un discorso. Le tue affermazioni hanno un determinato parametro della morte, perché affermi che Gesù, prima che gli alieni Lo guarissero, fosse apparentemente morto. É possibile che gli Extraterrestri siano dotati di una tecnologia favolosa in grado di prolungare la vita o addirittura vincere la morte? E ancora, esiste veramente Dio? Per me Cristo è Dio, ma è la mia verità, non posso affermare: è così.
Noi dobbiamo avere dei parametri per comprendere questi concetti. Quello che tu sostieni è possibile, a prescindere dal fatto che io non lo condivida. Io mi trincero dietro una fede, una credenza che non spiega, ma voglio aiutare te e coloro che hanno avuto dei contatti con questi Esseri, perché io conosco la verità. Fidati, so come sono andate le cose e vi posso aiutare a capire poiché io sono uno di loro. Io so come è morto Cristo, come ha risanato il Suo corpo e come è risorto. Per ora non ho la possibilità di dire tutto, ma ti aiuto dando dei parametri: non esiste la morte e nemmeno Dio. Esiste la Scienza dello Spirito. Non esiste Dio, ma l'Intelligenza Onnicreante. Non esiste la natura viva né la morta, perché tutto è vita. Nel cosmo non è contemplata la morte, bensì l'eternità e la trasformazione. Esistono delle dimensioni che esprimono la vita senza la morte: quella minerale, vegetale, animale, umana, planetaria, universale, cosmica. Ci sono esseri, come Cristo, che appartengono alle dimensioni più alte che non hanno corpo e nemmeno l'anima: sono intelligenza pura.

Da scienziato senza religione, con questi punti di riferimento, posso dirti come è andata a finire. Cristo non poteva morire nemmeno se lo avesse desiderato, perché la morte non esiste. Lo hanno torturato e massacrato come nessuno, il suo cuore si è fermato, il corpo è deceduto, ma non è morto. Cristo non è un uomo che incarna uno spirito, è un’Intelligenza che si è servita di Gesù di Nazareth per fare la Sua Opera. Quel Dio che hai citato ha preso Gesù all'età di trent'anni e Lo ha fatto Suo, quindi L'ha risanato, non resuscitato.

I signori che hanno spostato la pietra del sepolcro non erano altro che scienziati di luce. Non esiste la vita eterna nella materia: esiste la vita eterna nello spirito. Voi sulla Terra lo chiamate così, noi la definiamo intelligenza. Se dico che Gesù è morto e poi resuscitato, è lo stesso motivo per il quale a un bambino non vengono spiegate le ragioni geopolitiche del tradimento di Himmler.

Pier: Noi, popolo, non abbiamo tempo di studiare, perché massacrati da lavori che tolgono la voglia di vivere. Se hai nel cuore quella scintilla di Verità che ti spinge a ricercare, in qualche modo trovi la forza di andare avanti e superi le fatiche. Tuttavia, il popolo non ha basi cognitive per fare un'analisi corretta, per cui da un punto di vista prettamente didattico commette sempre l'errore di ragionare su un livello orizzontale, ponendo tutti sullo stesso piano. Si dimentica che possiamo avere il maestro dell'asilo, delle elementari, il professore delle medie, delle superiori e dell'università, il master universitario e il genio. Il primo discernimento è nel riconoscere chi stia parlando e a quale livello si collochi, pur trattandosi di un contattista. Se ora io salissi su un disco volante insieme agli Extraterrestri e raggiungessi le Pleiadi, questo non farebbe di me uno scienziato, io rimarrei sempre lo stesso. Quindi, nelle analisi del popolo c'è spesso una forte carenza dell'aspetto complessivo del corpus biblico profetico e dell'insegnamento; viene meno lo strumento cognitivo dove si mostra l'evoluzione di un discorso, la sua coerenza e concatenazione.
Per poter analizzare le parole di un contattista e quelle apparentemente contraddittorie di un altro contattista, dobbiamo tenere presente a quale pubblico sia rivolto. La spiegazione di Giorgio è di altissima teologia, lui ha toccato l'essenza scientifica della natura delle intelligenze che sono eterne, non possono morire.

Quindi, prima di trarre conclusioni definitive o di entrare in confusione, ricordiamoci sempre, nella ricerca, a che livello si stia ponendo colui che ascoltiamo o leggiamo. Infatti, il percorso didattico dei libretti che io fornisco, riguardano testi che ho studiato, di cui confermo la veridicità e l'organicità di tutto il corpus profetico dell'Antico e del Nuovo Testamento della storia moderna; non dimentichiamo che la storia di Cristo non si conclude con gli Atti degli Apostoli, ma prosegue fino ad oggi. È necessario un lungo studio per diventare esperti in una materia così complessa, difficile e innovativa qual è la scienza dello spirito.

Giorgio: Il problema più grave che spaventa il potere scientifico, militare e politico della Terra non è rappresentato dal pericolo che gli Extraterrestri sconfiggano le guerre e le disuguaglianze. Tutti gli Stati, la politica, le mafie, le religioni del mondo e tutti i bravi pensatori hanno un denominatore comune che mantiene, ancora oggi, la congiura del silenzio sulla presenza aliena. Ora vi devo provocare e, dato che porto i Segni delle Stimmate, non potete pensare per antonomasia che io non sia credente. Io lo sono, ma il problema più grave dell'umanità è che gli Extraterrestri ci dimostreranno che Dio non esiste. Lo so che non mi comprendete, soprattutto dopo aver dedicato tutto l'incontro a parlare di Cristo. Eppure, quel dio che le religioni hanno costruito è falso, un'invenzione. Gli Extraterrestri ci mostreranno il vero Dio, come lo chiamate voi sulla Terra. Non esistono religioni nell'universo, né templi dove adorare le statue. Esiste una devozione, un’adorazione a quel Dio che noi chiamiamo Intelligenza Onnicreante. Le preghiere sono contemplazioni verso tutto ciò che si muove, la dinamicità dell'universo è dialogo con tutto quello che esiste, dal primo atomo fino all'essere formato; il nostro Dio è ogni cosa che noi vediamo, che si manifesta. L'energia Onnicreante si concentra nei Soli, che noi contempliamo come l'espressione di quello che voi chiamate Dio, dove si manifesta la forza creante dell'atomo di idrogeno, che è l'atomo primordiale.
Siccome per voi è incomprensibile, ve lo spiego con un altro linguaggio: Gesù di Nazareth è la vera manifestazione di Dio. Io credo in Dio, agli Angeli, Arcangeli, ai Santi grazie a questa manifestazione, così entro nella mente umana con concetti cosmici.

Ora il tempo è scaduto. Quando scenderanno dalle loro astronavi, che nessun potere militare potrà fermare, diranno la verità e gli uomini comprenderanno che le religioni hanno mentito per diecimila anni; alcune persone erano in buona fede, altre no.
Se, facendo un viaggio a ritroso con la macchina del tempo, ci trovassimo a spiegare alle genti che noi possiamo viaggiare con l'aereo a 1200/kmh, tutti si inginocchierebbero ritenendoci delle divinità.
Aspettiamo e vedremo che la Verità ci apparirà in tutta la sua grandezza. Democrito affermava che la Verità si sottrae all'evidenza attraverso la sua inverosimilità.
Gli extraterrestri ammirano la nostra virtù della fede, sebbene l'abbiano superata da miliardi di anni, addirittura dimenticata perché la loro scienza spiega tutto, non ne hanno bisogno. Ed è grazie a questa virtù che l'Intelligenza solare-cosmica ancora si manifesta. Ricordatevi che la fede è una virtù, non una colpa.

D: Perché non ricordiamo le vite precedenti?

Giorgio: La conoscenza che abbiamo, l'educazione culturale, filosofica, scolastica, matematica, scientifica, etc. non ci permette di avere una formazione tale da comprendere le esperienze avute precedentemente. Potrebbero essere vite in cui offrivamo rose, oppure vite trascorse con il mitra in mano sparando alla gente. Noi siamo in fase di evoluzione: quando raggiungeremo la gnosi, ricorderemo tutto il nostro percorso evolutivo e avremo il discernimento per capire da cosa sono scaturite le nostre azioni. Ciò avviene anche quando moriamo, cioè lasciamo il corpo, perché abbiamo coscienza della verità.

D: A volte mi capita di avere delle percezioni, di captare un pensiero, di vedere oggetti a distanza e di ottenere ciò che chiedo, anche se non conosco i tempi.

Giorgio: La sua sensibilità, che voi chiamate medianità, è generata dalla ghiandola pineale semiaperta che comunica con il cuore, il quale a sua volta comunica con lo spirito. Tutte le persone qui presenti non sono di questo mondo; se così non fosse, oggi vi trovereste a passare il tempo altrove, a divertirvi.
Leggere il pensiero non è un miracolo, è scienza. È sufficiente avere una certa evoluzione dello spirito (intelligenza) e quindi un quoziente intellettivo più elevato. Lei ha un programma e presto realizzerà la sua vera identità. Lo spirito è intelligenza, l'anima è il corpo di luce che l'intelligenza invisibile usa per crescere la propria evoluzione; prima usa il corpo fisico, poi l'astrale.

D: Quando compiamo un'azione, sappiamo se è giusta o sbagliata?

Giorgio: Sì, lo spirito sa sempre cosa è bene e cosa è male, anche se viene vinto dalla mente.

D: Perché l’anticristo ti ha voluto incontrare, sapendo che tu lo devi additare e annullare?

Giorgio: Per comprendere, dobbiamo prima stabilire dei parametri: discernimento, bene, male, architetto. L’architetto è colui che disegna il progetto e determina la bellezza dell’opera, l'allestimento degli spazi interni, fino alla realizzazione di un impianto fognario. A quest'ultimo viene dato spesso poco risalto, nonostante sia indispensabile e coloro che ne usufruiranno ne faranno un uso corretto per evitare che l’impianto possa allagarsi.
Premesso ciò, voltiamo lo sguardo al bene, al male e al discernimento.

L’uomo, per legge universale, ha diritto al libero arbitrio. Solo in questa condizione di libertà puoi scegliere il bene o il male, mettendo in pratica il discernimento (secondo parametro). L'anticristo è venuto da me in qualità di capo dei ratti. Il pompiere lo ha contattato per conto dell’Architetto, affinché dicesse determinate cose e tardasse l'intervento di disinfestazione. Nella trattativa il capo dei ratti chiede di poter vivere altrove, accettando le richieste ed evitando di essere spazzato via prima del tempo.
Il pompiere gli ha chiesto: “Lei è una persona vera?”. E lui ha risposto: “Io sono colui che i suoi fratelli hanno creato. Io sono una realtà virtuale che scomparirà nel momento in cui essi impareranno ad amarsi”. Questo non lo avevo mai rivelato, ora è giunto il tempo. Ti assicuro che è una persona vera e mi ha conferito questa risposta.
Ora voglio darvi un ultimo messaggio.

Io sono innamorato di Cristo, visceralmente. Credo che Lui mi abbia dato la dimostrazione che esiste Dio, perché Cristo è quello che sto per dirvi. Parametro: il regno di Dio è dentro di voi (Lc 17,21); chi vede Me, vede il Padre (Gv 14,1); ama il prossimo tuo come te stesso (Mt 22,39); Padre perdonali, non sanno quello che fanno (Lc 22,34); figliolo, alzati e cammina (Gv 5,1); a chi ti percuote su una guancia, porgigli anche l'altra (Lc 6,29), etc. Gesù uomo, che si fa toccare, piange nel Getsemani e ha avuto paura, non è altro che la forma più alta, tangibile, palpabile, che si può godere e vivere dell’amore. Si è manifestato l'amore, quel sentimento invisibile, quell'essenza che non puoi percepire, né toccare, ma la senti quando t'innamori di tua moglie o dei tuoi figli, quando ami tua sorella, i tuoi fratelli, il tuo partner. Questo non accadrà mai più, nemmeno quando Cristo ritornerà, perché Egli rimetterà ordine secondo la Legge. Avete avuto una grande opportunità che altri mondi, nei quali vengono inviati messaggeri, a volte non hanno. È difficile che si incarni l’Amore. Da noi si è incarnato l’Amore più grande di tutti gli amori.

Con amore,
Sandra De Marco
23 Gennaio 2020

Video della conferenza:
https://www.youtube.com/watch?v=KhrA9_OyDbc

Altre cronache di Sandra De Marco:

- Perle di Saggezza: Incontri spirituali con Giorgio Bongiovanni
https://www.thebongiovannifamily.it/cronache/perle-di-saggezza.html

Messaggi allegati:

- 18-01-11 La Seconda Venuta di Cristo
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2011/3053-la-seconda-venuta-di-cristo.html

- 7-08-19 Segni del Terzo millennio
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2019/8130-segni-del-terzo-millennio.html

- 4-04-16 Segni in Cielo e in Terra
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2016/6622-i-segni-in-cielo-e-in-terra.html

- 11-02-16 Il Segno del Figlio dell’uomo
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2016/6517-il-segno-del-figlio-delluomo.html

- 3-10-12 I messaggi celesti e le immagini solari
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2012/4424-i-messaggi-celesti-e-le-immagini-solari.html

- 24-09-05 Sfere di Luce formano una croce in Florida
https://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2009-2000/2005/200-sfere-di-luce-formano-una-croce.html

- Croce di Luce in Russia:
https://www.youtube.com/watch?v=Z5iyUJ-WT18

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea cd-viaje-bg

Siti amici

220X130_mystery

ban3milenio

ILSICOMOROA

Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

Libri

ilritorno1 tapa libroGB Giovetti1
cop dererum1books11
  libroicontattiuniti139copertina italiano140