Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски

giorgio e jaime

Jaime Maussan presenta: Il Segreto di Fatima, la storia di Giorgio Bongiovanni
Di P.G. Caria

11 aprile 2022, domenica delle Palme, l’ennesima ricorrenza di un evento accaduto duemila anni fa che, forse, fece sperare a molti che il mondo potesse cambiare come mai prima di allora. Gesù Cristo, il figlio di Dio, entrava trionfante a Gerusalemme accolto dal popolo festante a dorso di un asinello, mentre molti di coloro che lo avevano atteso stendevano sulla strada i loro mantelli e agitavano rami di palma al suo passaggio, cantando i versi: “Osanna! Benedetto colui che viene nel nome del Signore, il re d'Israele”!

giotto cristo gerusalemme Pochi giorni dopo, Gesù veniva tradito, consegnato nelle mani dei carnefici per vivere la Sua divina offerta sacrificale per la salvezza di molti. Da allora il pianeta ha continuato a vedere intriso il suo suolo dal sangue versato dal fratello che uccide il fratello, in guerre sempre più terribili, sino alla attuale guerra tra Russia e Ucraina, assieme a tutte le altre guerre ancora in atto, meno presenti mediaticamente, ma altrettanto terribili. Ma in questi secoli non c’è stato solo il sangue umano a scorrere per la crudeltà dell’uomo, anche il sangue divino ha continuato ad essere versato attraverso i corpi di uomini e donne che hanno rappresentato l’immagine vivente di quel divino sacrificio di duemila anni fa. Da San Paolo in poi, gli stigmatizzati hanno continuato ad essere l’emblema dell’agnello sacrificale innocente che muore e resuscita in continuazione, sino al compimento della divina promessa del ritorno del vero protagonista di questa storia sublime: Gesù Cristo. San Francesco, Teresa Neumann, Padre Pio e molti altri meno conosciuti, hanno lasciato uno scritto scarlatto sul quaderno del tempo, assieme alle loro opere e profezie. Oggi, a portare avanti questo scritto il cui inchiostro è il sangue che fuoriesce dalle sacre ferite, vi è Giorgio Bongiovanni. Un segno, una storia di vita che chiuderà il divino romanzo iniziato duemila anni fa e che precorre il compimento della millenaria profezia del ritorno del Figlio dell’Uomo cristificato. Alla sua storia umana e divina è dedicato lo straordinario documentario mandato in onda proprio la domenica delle Palme dell’anno 2022, in prima serata, dalla televisione nazionale messicana TV Azteca.


logo azteca
Documentario che verrà ritrasmesso sulla stessa emittente, in replica e di nuovo in prima serata, la domenica di Pasqua. L’autore, il noto giornalista messicano Jaime Maussan, segue sin dai primi anni la storia di vita e la manifestazione delle stigmate che Giorgio Bongiovanni ricevette a Fatima, inizialmente solo sulle mani. Evento accaduto nell’ormai lontano 2 di settembre del 1989, durante una apparizione della Madonna che Bongiovanni ebbe davanti alla quercia a tutt’oggi presente di fronte al grande Santuario che ricorda le apparizioni del 1917. Maussan ha fatto eseguire indagini accurate e verifiche anche ematologiche e psichiatriche, a mezzo di importanti professionisti, tra cui il famoso psichiatra americano, premio Pulitzer, John Mack, sulla personalità e sulle ferite presenti nelle mani, nei piedi e nel costato di Giorgio Bongiovanni. Il documentario, visto da milioni di telespettatori, ripercorre tutte queste vicende dagli inizi sino ai giorni nostri. Inoltre, evidenzia l’importanza dell’esperienza di Giorgio Bongiovanni anche dal punto di vista profetico, in considerazione dell’importanza che la Madre Santa, nei messaggi dati a Fatima, dà alla Russia, passando per l’attuale conflitto che la coinvolge e per la storica consacrazione di Russia e Ucraina che Papa Francesco ha realizzato il 25 marzo del 2022. Un affidamento insistentemente chiesto dalla Madonna e anche da Gesù, nei decenni precedenti ma a cui, sino a Papa Francesco, nessun Pontefice aveva dato ubbidienza. L’opera realizzata da Maussan segue lo sviluppo avuto negli anni, dei segni sanguinanti stampati sul corpo dello stigmatizzato italiano.

sanguinazione 25 12 21Lo segue sino alle ultime sofferte sanguinazioni e interviste rilasciate recentemente, in cui lo stigmatizzato esprime con particolare emotività la stanchezza e la difficoltà nel reggere il gravoso carico di dolore dovuto alle ferite che il suo stanco corpo ormai fa fatica a portare. Quasi 33 anni di via crucis hanno fiaccato il suo fisico un tempo vigoroso e oggi consunto dal segno e dalla fatica della missione che la Santissima Madre gli affidò il 2 settembre 1989. Le drammatiche fotografie e filmati della sanguinazione avvenuta a fine dicembre del 2021 ne sono una muta ma potente e impattante testimonianza.

jaime maussanCon parole incisive, partecipi e accorate, Jaime Maussan accompagna le varie fasi del documentario, presentandone i contenuti e chiudendo con una vigorosa personale testimonianza di partecipazione ed esaltazione sull’esperienza di una vita e di un segno straordinari a cui lui sente di aver avuto l’onore di avvicinarsi. Le parole, l’emotività, la commozione, il coinvolgimento che non è solo del professionista ma anche dell’uomo, dell’amico, sono palesi. Una esperienza che ha risvegliato e fortificato anche in lui, la fede e l’importanza umana e divina della venuta nel mondo del Figlio di Dio.

Un’opera miliare che lascia nelle braccia della storia, alle soglie della sua più straordinaria ed epocale trasformazione, le testimonianze scientifiche, le emozioni, le parole e le immagini di una epopea che il tempo non solo non potrà dimenticare, ma che acquisterà nel futuro l’importanza che solo i prossimi eventi potranno far maturare appieno nella coscienza del genere umano.

PG Caria – 13 aprile 2022

Link al video: https://youtu.be/e7dlmEtfdQs

Vedere allegati all'interno:

- 3-01-22 Jaime Maussan intervista Giorgio Bongiovanni
https://www.thebongiovannifamily.it/cronache/cronache-dalle-arche/cronache-dalle-arche-2022/9287-jaime-maussan-intervista-giorgio-bongiovanni.html

- 25-03-20 30 anni: Atti di un cronista al servizio degli Esseri Cosmici
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2020/8403-30-anni-atti-di-un-cronista-al-servizio-degli-esseri-cosmici.html

- 16-04-19 Jaime Maussan intervista Giorgio Bongiovanni: 30 anni con le stigmate
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2019/8001-jaime-maussan-intervista-giorgio-bongiovanni-30-anni-con-le-stigmate-2.html

- 2-09-19 2 Settembre 1989 – 2 Settembre 2019
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2019/8157-2-settembre-1989-2-settembre-2019.html

- 20-08-18 Insisto fino alla fine dei miei giorni
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2019/7931-insisto-fino-alla-fine-dei-miei-giorni-2.html

- 3-11-17 Tercer Milenio TV: El centenario de Fatima
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2017/7414-tercer-milenio-tv-el-centenario-de-fatima.html

- Tercer Milenio con Jaime Maussan: 20 anni di stigmate – Settembre 2009
https://www.thebongiovannifamily.it/multimedia/trasmissioni-radio-tv/4032-tercer-milenio-con-jaime-maussan-settembre-2009.html

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea 

Siti amici

220X130_mystery





Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

LIBRI

banner libri marsili

lavocedelsole200 1

 

 


 

 

 

tapa libroGB Giovetti1

cop dererum1

ilritorno1

books11copertina italiano140