Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски
APOCALISSE FUKUSHIMA
La centrale nucleare è fuori controllo. Le autorità giapponesi non sanno come muoversi. Non possono cementificare prima di settembre. Auguriamoci che non fuoriesca il plutonio
Da Fukushima continuano ad arrivare notizie discordanti. La Tepco fornisce dati, poi li smentisce. Ne abbiamo parlato con il docente di Fisica, Angelo Baracca
Fukushima è fuori controllo?
Credo proprio di sì, qui il problema è che ci dicono molto poco, e quello che ci dicono è contraddittorio. Credo che anche loro, in parte, non sappiano cosa sia successo realmente e cosa fare. Ci danno notizie confuse, mi sembrano in stato di confusione, una confusione che si mescola, però, con degli interessi precisi, con dei calcoli sulle conseguenze, sul futuro e su tutta un'industria marcia sin dalle fondamenta qual è il nucleare. Un'industria che non fornisce le informazioni, ogni volta che c'è un incidente. Anche nel passato hanno sempre sminuito, sdrammatizzato, dicendo "non è successo nulla". Su Fukushima c'è un misto di parziali ammissioni, notizie contraddittorie. Per esempio la notizia di qualche giorno fa che avevano trovato plutonio in vari punti non è mai più stata confermata ed è di una gravità eccezionale perché il plutonio è nel nocciolo del reattore 3, con il combustibile misto che era in funzione, quindi è soggetto all'incidente nella piscina del combustibile esaurito del reattore 4, che desta moltissime preoccupazioni. Però la notizia non è mica stata confermata, come si fa a valutare le cose se le informazioni sono così reticenti, parziali, manovrate. Credo veramente che la situazione sia fuori controllo, ci sono anche valutazioni contraddittorie, chi dice che l'incidente a questo punto è più grave addirittura di Chernobyl. Io non so dire questo, ma sicuramente la gravità dell'incidente è enorme, è colossale, è epocale, è un'apocalisse.
Se questa storia del plutonio fosse vera aggraverebbe il quadro già grave?
Sarebbe di una gravità eccezionale. Il plutonio è un elemento artificiale, non esiste in natura. E' uno degli elementi più pericolosi. Il plutonio è il più pesante di tutti, è più pesante dell'uranio. Se entra nelle catene alimentari, se inquina il terreno, l'acqua, è un agente spaventoso per le conseguenze che può avere.
Quale può essere lo scenario più catastrofico per Fukushima?
Questa è una buona domanda. bisognerebbe sapere cosa succede lì dentro. Qui bisogna capire se la fusione dei noccioli c'è stata. Di uno l'hanno ammesso, parlando di fusione parziale. L'avevo letto anche per il reattore 1, addirittura il 70% del nocciolo fuso, ma sono notizie che non vengono confermate, quindi capire cosa sia il peggio lì è difficile. E' tutto un disastro, non esiste un meglio, è tutto peggio. Poi la catastrofe può essere peggiore o meno peggio, ma parlare di peggio e di meglio è difficile. Qui il plutonio, al di là delle conseguenze drammatiche sulla salute, se si sparge nell'ambiente entra nelle catene alimentari. Anche la storia dell'acqua che ci hanno detto che buttavano sui reattori non è chiara. L'acqua non va dentro i reattori, per farla entrare dentro ci vogliono delle pompe. Se la buttavano dall'alto non si capisce a cosa servisse. Poi la storia dell'acqua radioattiva. Dicono che hanno tappato questa falla, ma da dove veniva questa acqua? Una crepa, ma da cosa? Quei reattori hanno un circuito primario di raffreddamento che è direttamente in contatto con l'esterno perché vanno direttamente in turbina a differenza di altri reattori, quindi se ci sono state fuoriuscite di acqua radioattiva vuole dire che si può essere rotto questo circuito di raffreddamento, quindi i noccioli sarebbero scoperti, a contatto con l'esterno. Non si capisce più nulla.
Perché c'è chi parla di esplosioni e bagliori al reattore uno, che in realtà ora dovrebbe essere spento?
In effetti non ci dovrebbero essere. In un reattore spento il primo processo grave è il fatto della gravissima radioattività e del grandissimo calore sviluppato che può portare alla fusione del nocciolo. Una volta che ilnocciolo è fuso, non è più controllabile perché il metallo non è più dentro le sbarre, si è mescolato in un'unica massa, almeno nelle parti fuse. Non so come si distribuisca rispetto al moderatore, perché le sbarre sono immesse nel moderatore, ma a quel punto si fonde. Le sbarre si unificano. Sinceramente può darsi che una reazione a catena possa anche riprendere in quelle condizioni. Non è una reazione a catena che porta a unabomba nucleare, è una reazione a catena che contribuirebbe a produrre ancora più energia e calore e quindi andrebbe ad aggravare la situazione. E' difficile prevedere cosa succederà, peraltro l'altra cosa preoccupante è che non hanno nessuna idea di come potranno isolare questi reattori. Hanno parlato di coprirli di cemento come a Chernobyl ma intanto sono perlomeno 4, quindi l'operazione è più difficile. E poi a Chernobylricordiamoci che gli elicotteri che buttavano il cemento sulla centrale, potevano stare solo 6 secondi sopra la centrale per l'altissima radioattività. Gli operatori sono morti tutti. E poi buttaare cemento su delle centrali in una zona dove continuano a esserci delle scosse notevoli di terremoto, non certo grandi come la prima, è azzardato. Il cemento anche a presa rapida non è che diventi immediatamente solido. Ci sono dei tecnici che hanno detto che è impossibile per ora ricoprire di cemento. Il governo l'altro giorno ha ammesso che prima di settembre non se ne parla di isolare questi reattori, quindi può succedere di tutto in questo periodo.
Cos'è il meltdown? E' possibile a Fukushima?
Il meltdown si ha quando il calore è talmente grande che le barre fondono e diventano praticamente un'unica massa. il punto è che il meltdown può essere parziale o può essere totale. A Chernobyl mi pare di capire che ci sia stato il meltdown di tutta la massa dell'uranio, a Three Mile Island nel 1979 fu un meltdown parziale, e qui a Fukushima si è parlato di meltdown parziale. Ma in ogni caso sarebbe in 3 reattori e in qualche modo qualcosa di analogo è successa anche in una piscina con acquedotti di combustibile che contengono plutonio. Il meltdown vuole dire fusione del nocciolo per il grande calore che fa fondere i metalli. Arriva a temperature tali dafondere i metalli, fonde la guaina di zirconio delle barre e le barre formano un'unica massa. Almeno in un reattore un meltdown parziale l'hanno ammesso. Il dubbio è che ci sia anche in tutti e 3 i reattori. Il dubbio è che qualcosa di molto grave sia successo e stia succedendo anche nelle piscine di combustibile che contengono plutonio. Le piscine di combustibile hanno un problema: non sono all'interno dei contenitori a tenuta di cemento, ma sono fuori, quindi se succede qualcosa sono a contatto diretto con l'ambiente.
di Angelo Baracca –
7 aprile 2011
ASCOLTA L'INTERVISTA SU YOU TUBE http://www.youtube.com/watch?v=kwLj7HM4uMI

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea cd-viaje-bg

Siti amici

220X130_mystery

ban3milenio

ILSICOMOROA

Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

Libri

ilritorno1 tapa libroGB Giovetti1
cop dererum1books11
  libroicontattiuniti139copertina italiano140