Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски
 LE POESIE DI UN RAMINGO
Oscar Morosini

FOTO BANNER OSCAR

 

FRATELLANZA

E’ mera illusione
nell’uomo la divisione,
il Grande Architetto
mise il cielo per tetto
a un’unica famiglia
che nella diversità si assomiglia.


L’uomo diverso si vede
poiché ancora non crede
che i suoi genitori
son in realtà dei Creatori.

Nella diversa cultura
fonda la propria paura,
ma nemmeno l’idioma lo distingue,
sotto la carne identico è il sangue.

Non scorge la luce delle pupille,
si lascia ingannar dal color della pelle.
L’unica speranza
è la fratellanza,
per ora eresia
ma non fantasia.


CASO O DISEGNO

La scienza ci ha persuaso
che siam nati dal caso.
E la religione?
Non fa luce, lascia confusione!

Ma cos’è la vita?
Com’è fiorita?

Può la perfezione
nascer da un’esplosione?

E quel disordine
dar fattezza
nel crear bellezza
con tanta precisione?

Siam evoluzione di una scimmia?
E’ verità o bestemmia!

O forse è il disegno
di un infinito ingegno
che ha voluto manifestare
la Sua voglia di amare…

La scelta a voi resta,
ma la Verità non si arresta
per quanto si tenga nascosta,
presto, sarà manifesta!

FELICITÀ

M'inchino

al volere divino

ad ogni passo 

ha rimosso

in me il possesso
senza chiasso.

Nelle Sue mani

affido il mio domani

Lui mi sussurra 

e alla felicità mi condurrà.


RINASCITA

L’apertura del cuore
è l’elisir della salute,
l’unico ambasciatore
di ogni virtute.

Piombo in oro
trasforma l’alchimista,
non è ossimoro
ne cosa utopista.

Il calore e la luce
son la pietra filosofale,
che in modo radicale
trasformazione produce.

Così ognuno è artefice
e d’incanto fiorisce,
a nuova vita, come la fenice
che dalle ceneri rinasce!

 

 

 

ENTUSIASMO

Chi vive con entusiasmo
in sé genera vitalità,
non pensa al protagonismo
non vede rivalità.

Sceglie un nuovo inizio
che fonda i pilastri
nell’assenza di giudizio
verso sé e verso gli altri.

E’ una crescita interiore
che senza remore
né rassegnazione,
ma con profonda accettazione
trasforma il fallimento
in occasione di cambiamento.

E’ il contatto col divino
che conosce ogni bambino.

AMICIZIA

Ci sei nella gioia
ma soprattutto nel dolore,
e non finisce per noia,
come succede all’amore.

Ci sei, ci sei sempre stato,
nonostante mi sia allontanato,
ogni volta che sono nei guai
sei pronto, non mi abbandoni mai.

La lontananza
non ci divide, ci rafforza
anche se poco ci vediamo
passo dopo passo insieme cresciamo.

Non esistono lotte di potere
e le ferite del passato
oggi ci fan ridere
il nostro legame han consolidato.

Mai è in pericolo,
le basta il dialogo,
mai si sazia,
la nostra amicizia!


CUORE

Il mistero del cuore
sfugge al pensiero.
Diventa bianco il nero,
donando al mondo colore.

Il brusio dei suoi sogni
disseta il presente,
trasforma in laghi gli stagni
a lui si arrende la mente.

Nutre sempre una speranza
come una fiammella che danza
e seppur controvento
non si sente mai vinto.

Se ti trovi ad un bivio
scegli il suo effluvio,
ti saprà consigliare
per la tua strada trovare.


DONO

Se amore non doniamo,
d’improvviso ci spegniamo,
in notti buie senza stelle
dell’ego e le sue celle,
diventando prigionieri
di tutti i nostri averi,
tradiamo l’umanità
fulcro della civiltà.

AMORE

Non serve esser poeta…
la visione completa
del nostro pianeta
l’animo disseta.

Nessun pittore,
con pennello e colore
può avvicinarsi allo splendore
di ciò che fece il Creatore!
Fermate la clessidra, per favore!
Sento il cuore esplodere d’amore.
 
Ancora qui vorrei restare
e nella quiete esplorare
in profondità ciò che sento
per ricordarlo nel momento
in cui tra le persone
smarrirò la direzione
ed il fine creativo
affinché un essere sia vivo.

 

A UNA GRANDE DONNA
(Mara Testasecca)

Sei fresco respiro
nell’aria inquinata
il tuo grande carisma
come un elisir incanta.

Esprimi il tuo essere
ed il tuo volere
con leggiadria,
bellezza e grazia.

Con il tuo cuore delicato
trasmetti il tuo sentire
nella gioia della vita,
prendendoti cura
e dispensando sorrisi.

Ovunque c’è bisogno
doni la tua vita
per curare ogni ferita.
Verità e giustizia
sono i tuoi valori
portando l’amicizia
ai traguardi migliori.

MAMMA

Il tuo essere fecondo
scelsi per venire al mondo,
nel tuo grembo materno
sarei rimasta in eterno…

E’ il posto migliore
per sentir la certezza,
che un corpo con amore
cresce con tanta dolcezza.

Un vincolo indissolubile
per me è stato il tuo viso,
tra noi il cordone ombelicale
non è mai stato reciso.

Tra le tue braccia, la paura si scioglie,
non esiste dimora che meglio mi accoglie,
mi hai sempre protetto e desiderato,
mostrandomi cos'è l'amore incondizionato.

Qualsiasi cosa io cerco
con te in me sboccia,
sei stata e sei l’arco
ed io la tua freccia.

IL CRISTO

Tra noi ha camminato,
il Padre l’ha mandato…
per noi si è incarnato
l’Amore incondizionato!

L’abbiamo crocifisso
mutando il cuore in sasso,
il Suo corpo abbiam lacerato
ed il Suo volto sfigurato.
 
Pensando alla propria gloria,
in molti l’han odiato,
Lui, il miglior Uomo della storia,
per i giusti è resuscitato.
 
Gesù amato,
grazie per avermi risvegliato,
il mio spirito hai dissetato,
a nuova vita son rinato.
 
NOSTRO SIGNORE
 
Un atto d’amore 

ci fa nascere nel mondo

del nostro splendore

nei nostri cari è lo stupore
Li tocchiamo nel profondo

e la nostra allegria

balena loro in un secondo

cancellando ogni veleno

che fa luce alla via

riportando il sereno.
 
A ogni nostro buongiorno
per chi ci sta intorno

esercitiamo valori

che risveglino cuori.
 
Non sempre riusciamo

ma mai ci stanchiamo
di portare alla gente 

un diverso presente.
 
Conosciamo il traguardo
ed anche il suo prezzo
non molliamo lo sguardo

anche se sembra un’azzardo

informando con ogni mezzo

anche se incontriamo disprezzo.
 
Lo dobbiamo all’amore
e a nostro Signore
che ha dato la vita

affinché vincessimo la “partita”.