Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски

ezzioDAL CIELO ALLA TERRA

HO SCRITTO IL 16 MAGGIO 2020:

UN ALTRO ELETTO PARTE PER IL VIAGGIO NELLA LUCE DIVINA UNIVERSALE. ARMONIA, AMORE, PACE E DETERMINAZIONE NEL VIVERE LA VITA ERA E SARÀ IN ETERNO LA SUA MUSICA. UN ESPERTO COMPOSITORE.
LEGGIAMO L'OMAGGIO DELLA NOSTRA ELISABETTA AL GRANDE MAESTRO SCOMPARSO.
IN FEDE
G.B.

PIANETA TERRA
16 Maggio 2020

“La musica come la vita, si può fare in un solo modo: Insieme”
Di Elisabetta Montevidoni

Dedichiamo un pensiero d’infinita riconoscenza al Maestro Ezio Bosso, pianista, compositore e direttore d’orchestra di primo piano nella musica classica mondiale, per i suoi doni che hanno arricchito lo spirito di una moltitudine. Ezio Bosso è una grande anima universale che il Padre ha donato a noi terrestri per trasmettere il valore della vita e l’essenza spirituale della vera musica cosmica e che oggi ha richiamato a Se, dopo lunghi anni di sofferenza a causa di una malattia neurodegenerativa.

Con la sua forza di volontà nel trasmettere il suo amore e la sua passione per la Musica, Ezio ha dimostrato che si può infrangere ogni barriera e difficoltà che la vita ci presenta. Nonostante il disagio della sua disabilità così invasiva, durante le apparizioni in pubblico, il suo volto è stato sempre illuminato dal sorriso, ad imitazione di Cristo, fino all’ultimo giorno della sua vita terrena.

“La bacchetta è il mio potere forte. La maschera che nasconde il dolore. Quando la poggio, tutto mi piace un po’ meno” amava dire il maestro. Il suo dispiacere più grande però fu non riuscire più a suonare il pianoforte e il non poter dare quindi alla musica abbastanza perchè due dita non rispondevano più e probabilmente avrebbe anche smesso di dirigere da perfezionista quale era.

Ezio Bosso è stato grande Genio del nostro tempo, esempio di umiltà e donazione. Lui desiderava eclissarsi; desiderava che non si parlasse di lui ma solo della musica; non peccava di protagonismo perchè voleva solamente essere un tramite; il suo essere si annullava completamente per condurre la musica al grande pubblico, come ha spiegato nell’emozionante intervista rilasciata a Marcella Matrone per Left a novembre 2018: -“Tu pensi di venire a vedere me, ma non sono io; il fatto sta nel non esistere. Nella musica significa che essa in quel momento ci governa. Quello che cerco di fare è dedicare me stesso a trasportare la musica, come un uomo che trasporta l’acqua. E quando hai sete l’uomo che trasporta l’acqua ti dà tutto quello di cui tu hai bisogno. La musica di cui mi occupo io ha il meraviglioso vantaggio di appartenere a tutti, ad ogni sentimento che abbiamo dentro. Lo spiega, nel senso che lo apre, gli toglie i veli; ci fa sentire, ci fa riconoscere.”

In ogni sua riflessione riguardo alla musica, al senso del vivere, al dolore e alla gioia, Ezio Bosso esprimeva con profondità di pensiero un insegnamento filosofico universale. Di seguito ricordiamo alcune tra le sue frasi più significative rilasciate durante le interviste o nei concerti:

- “La musica è la mia compagna di vita, continuo a studiare da 40 anni e continuo a stupirmi, a rinnovare quell’amore, a sentirmi piccolo, parte di una cosa grande.”

- La musica classica è una terapia dell’anima, un’esigenza per stare meglio, per migliorare la società. La ascoltiamo da centinaia di anni eppure è sempre nuova e contemporanea perchè è magia. Vivo di questa musica fin da piccolo e quando salgo sul palco sento tutta la responsabilità di darla agli altri

- Non rinuncerò mai al valore sociale della musica, a quel collante sociale coadiuvante a una società migliore!

- Ho smesso di domandarmi perchè. Ogni problema è un’opportunità.

- Per me la morte non esiste, è una parte della vita.

-Sorridete. Sorridete sempre perchè un giorno salvato da un sorriso è un giorno migliore in una vita non sempre alleata.

- La musica ha potere di purificare tutti, è trascendenza. Trascende anche il dolore: ne abbiamo bisogno, non è un nostro nemico, ma un amico un po’ antipatico che va consolato. La musica è trasfigurazione come ci insegna il Cristo, la trasfigurazione è andare oltre se stessi, non è diventare altro.

- La musica è come la vita, si può fare in un solo modo: insieme!

- La musica ha una cura meravigliosa. Può far provare sentimenti che di fatto sarebbero negativi come la tristezza, il dolore eppure li fa diventare belli. Quante volte ascoltiamo un brano triste perché ci fa stare meglio: persino la tristezza diventa curativa. E questo lo fa solo la musica.

- La musica è una forma di trasfigurazione, non di affermazione di sè, anzi, pretende proprio che tu ti escluda. Quando suoni Beethoven diventi Beethoven, quando suoni Bach diventi Bach, tu non esisti più.”

- I veri Maestri sono quelli che non si limitano a insegnarci qualcosa, ma ci aiutano a comprendere la nostra natura.

- La musica è ciò che abbiamo dentro, è ciò in cui esistiamo, in cui ci muoviamo. Il vento che scuote gli alberi, la pioggia sul mare, ma anche la tristezza e la gioia. Il creato è già musicalmente fatto. La musica c’è a prescindere da noi. L’uomo è andato a cercarla per poter scrivere questa grandiosità, per poterla ripetere quando non c’è. Perché la musica, come tutta la bellezza, è una necessità.

- Oggi tutti parlano e nessuno sta a sentire. Bisogna far silenzio per poter ascoltare. Un silenzio attivo che ti aiuta a percepire non solo il suono ma anche te stesso, la tua anima. La musica ci insegna la cosa più importante che esista: ascoltare!

Il 13 maggio, giorno prima di andarsene, Ezio Bosso si è raccontato a Fausto Pellegrini in una diretta su Rainews 24 e ha commentato la fase che stiamo vivendo: “Per far ripartire la musica non ci vuole molto ma è necessario un progetto che parta dalla consapevolezza che stiamo parlando di un bisogno primario dell’uomo.”

http://www.rainews.it/dl/rainews/media/ultima-intervista-di-Bosso-La-musica-sussurra-e-ci-svela-la-vita-ab2fd44e-a0a8-4f1c-a6c9-510b95c71833.html

Continua ad Illuminarci e ad ispirarci dall’alto Ezio, ne abbiamo bisogno in questa valle di lacrime, per i momenti bui che affronteremo, in attesa del ritorno del nostro Maestro Cristo che tu ora contempli nella Luce. Il tuo ricordo sarà una carezza per le nostre anime.

Ciao Ezio

Elisabetta Montevidoni
Segreteria dal Cielo alla Terra
Sant’Elpidio a Mare, li 15 maggio 2020


Allegati al'i terno

Lettera di Ezio Bosso ai cittadini europei
https://www.europarl.europa.eu/italy/it/succede-al-pe/la-lettera-di-ezio-bosso-ai-cittadini-europei

- Ezio Bosso | Following a bird [ The 12th room ]
https://www.youtube.com/watch?v=AHe6AzhRa3o

- Ezio Bosso - Prelude in B Minor BWV 855a No. 18
https://www.youtube.com/watch?v=pYm6sDKILwo&feature=share&app=desktop

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea cd-viaje-bg

Siti amici

220X130_mystery

ban3milenio

ILSICOMOROA

Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

Libri

ilritorno1 tapa libroGB Giovetti1
cop dererum1books11
copertina italiano140