Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски
DomingoDi Domingo Silva
Aspettavamo Giorgio in Uruguay, Sudamerica, per la fine di Agosto 2014, in occasione del congresso ufologico che si sarebbe svolto a Montevideo in quel periodo; ma il Cielo aveva in serbo altri progetti. Sappiamo tutti che la sua missione è profondamente legata a "Fatima", la sua esperienza di stigmatizzato nasce a Fatima, e sicuramente culminerà a Fatima, perché, come egli stesso dice, nei mesi di agosto e settembre il Cielo gli ha dato una serie di segni e di messaggi per indicare l’inizio di un'importante tappa della sua missione facente parte dell’“intera missione” che dovrebbe svolgere fino all’ultimo giorno della sua vita. E questa fase della sua missione - secondo le sue parole - culminerebbe nell'anno 2017, esattamente in coincidenza con il centenario dell'apparizione di Fatima.  

E precisamente lui, che per me è "il segno dei segni" di una serie di eventi che accadranno in tutto il mondo, e che culmineranno con la manifestazione visibile del Cristo, ha avuto un incontro - in Inghilterra - con altri segni: i cerchi nel grano. Un "segno" dentro il segno.

Le ultime rivelazioni pubblicate in un libro riguardanti frammenti non rivelati del terzo segreto di Fatima, l'indicazione ricevuta da Giorgio: "devi andare a Fatima dopo 25 anni", ed il segno sulla sua fronte, sono ancora segni che sembrano indicarci che i tempi stringono, e che ci stiamo avvicinando al compimento degli eventi profetizzati, al momento de "le verità", e mi chiedo, siamo pronti noi come umanità a vivere questo tempo, o dovremmo fare come diceva Eugenio Siragusa: “meglio iniziare a comprare i pannolini?   

Non lo so, non posso saperlo, ma in questa cronaca voglio far riferimento alle parole dette da Giorgio durante la sua ultima visita in Sudamerica, nel suo breve passaggio per Montevideo, ancora lontani dall’immaginare gli eventi che sarebbero accaduti mesi dopo.  

Tutti ricorderanno la riunione delle Arche del Sudamerica presso il Teatro-cinema Arteón della città di Rosario, Argentina, quel sabato 19 aprile del 2014. Giorgio concluse la riunione ringraziando il Cielo perché il regalo più grande che gli aveva fatto il Padre, era quello di non essere solo, qualcosa di molto importante per lui – tanto quanto la nostra unione ed impegno -, perché prossimamente avrebbe dovuto affrontare faccia a faccia l'anticristo, profetizzando in tal modo quello che sarebbe successo due mesi più tardi.

Dopo l'evento a Rosario, Giorgio viaggiò a Montevideo, e durante la sua breve permanenza, tenne un incontro pubblico, all’Arca di Montevideo, giovedì 24 aprile 2014. Queste furono le sue parole:  

GIORGIO: "Un abbraccio grande a tutti i miei amici e fratelli. Sono all’Arca di Montevideo, ehi, uno zoo! (risate) Sono contento di essere qui, e vi chiedo scusa per il mio ritardo, ma le sanguinazioni a volte mi fermano un po’. Sono qui per stare insieme, per abbracciarvi. Non ho rivelazioni da farvi, non ho niente. Sono anni che mi conoscete, questa è la mia seconda casa, e sapete tutto di me attraverso le attività che svolgo, e la lotta che facciamo a Palermo.   
Abbiamo fatto un’importante riunione in Argentina, ed ad una radio mi hanno chiesto: Perché è venuto ancora una volta qui? Per condividere con i miei fratelli. Il Padre vuole che io venga qui per stare con voi. Questa è la motivazione (di questo viaggio). Ogni anno - se ho il modo di farlo-, ritornerò qui per condividere con i miei fratelli questo amore che il Cielo, il Cristo ci ha offerto. Questo è il tempo del Ritorno di Cristo. La mia missione è sempre la stessa da dicembre del 2004 quando sono venuto in questo paese. Mi sono trasferito qui, diventai uruguaiano, ed insisto - come un ostinato – nel diffondere la Seconda Venuta di Cristo, con la mia esperienza mistica, di stigmatizzato, con le mie qualità di giornalista antimafia, e come cittadino comune, per aiutare le persone della strada, i perseguitati, quelli che servono le giuste cause, chi non riesce a sopravvivere. Cerco di fare questo ed altro, perché ci siete tutti voi qui, ed altri fratelli in Paraguay, Argentina, Cile, Messico. L'America è il mio scudo.   
Il Padre mi ha collocato in un posto particolare per una missione importante. In pochi anni devo finire, chiudere la mia missione, e sentire la vostra presenza, la vostra intellettualità, la vostra protesta, è fondamentale per me; ed allora sono qui anche se per poche ore, e ritornerò ad agosto per il Congresso Ufologico.  
Nonostante io sia uno stigmatizzato, senza la vostra presenza, non potrei fare quello che faccio. È importante la nostra interazione, per sentire la nostra presenza, io ci sono, dovete avere pazienza e fedeltà, il vostro amico Giorgio c’è, e chiede a Dio: Giustizia! Non cambierò il mondo, ma possiamo risvegliare più anime e risvegliare coscienze. I potenti non cambieranno. Due cose saranno le nostre armi e la nostra forza: i segni in cielo, e la nostra unione, un’unione forte. Forse uccideranno alcuni di noi, non lo so, ma la nostra unione è la battaglia politica, sociale, civile.... la Nostra forza sarà l'unione psichico-fisica-spirituale. Sono orgoglioso di tutte le Arche del mondo, non mi interessa il numero, la quantità, bensì la qualità; così mi ha sempre detto il mio maestro spirituale Eugenio Siragusa: "Importa la qualità, non la quantità." La nostra vera lotta è civile, pacifica, non armata, è con la parola, e con la nostra grande rabbia, per chiedere giustizia. Ed abbiamo due alleati, per adesso invisibili: il Cristo, ed il Padre Adonay che scatenerà la forza, la Giustizia. Allora, rimaniamo uniti. Andate a vedere il film di Noa, vi invito a vederlo…   
Oggi, mentre sanguinavo, ho ricevuto un piccolo messaggio del Cielo che diceva: "Giorgio abbiamo già detto tutto". Mi dicevano: "Servi del Cristo e dei Giusti a Lui fedeli ", "Servi e testimoni di Cristo, e dei giusti a Lui fedeli."  
Da adesso fino al 2017, non si distruggerà il mondo, ci saranno grandi segni. In qualunque momento può apparire il Cristo, ma non sarà la fine dell'Apocalisse. Si chiude un cerchio in questi tre anni. Un cerchio della mia missione, ma il mondo non si distruggerà. L'Anticristo deve uscire allo scoperto, e non so se ci sarò dopo il 2017, ma lotterò duramente,  mi giocherò tutto ciò che ho. Lotterò affinché mostri il suo volto al pubblico. La mia missione finisce quando il suo volto diventerà pubblico. Fino a quel giorno sarà una battaglia dura. È l'ultimo tempo prima che venga Cristo, ma il Cielo, gli eventi, mi aiuteranno ed anche gli esseri di luce. Anche qui in Uruguay ci saranno grandi avvenimenti. Grandi avvenimenti politici ed eventi economici, gravi e negativi, ed in qualunque momento può scatenarsi una guerra mondiale. Ciò che sta succedendo in Ucraina - voi non ne sapete quasi niente - è qualcosa di nefasto, diabolico; quello che sta succedendo in Palestina, nella Striscia di Gaza, in Siria, dove sono morte migliaia di persone; quello che sta accadendo perfino in Italia. Gli eventi saranno tanto eclatanti che neanche le televisioni del mondo dell'anticristo le potranno nascondere. E dobbiamo essere preparati a tutto questo. Questo posto - Giorgio si riferisce alla sede della nostra Associazione -, questo centro, umile, diventerà qualcosa di diverso, migliaia di persone cercheranno Almendras ed altri gruppi spirituali, perché vorranno sapere. Cercheranno noi catastrofisti, falsi profeti, deliranti, a noi che annunciamo cose rare, perché qui in questo cielo, e nel mondo appariranno grandi segni divini, luci, ed accadranno catastrofi in luoghi dove non è mai successo niente. "Voi, pazzi..., adesso vogliamo sapere cosa sta succedendo”. Questa è la nostra preparazione, la nostra vera opera non è quello che facciamo adesso, è una lunga, lenta, profonda, inesorabile iniziazione. Alcuni di voi vengono qui da 24, 25 anni, ci sono alcuni di voi che mi seguono da allora, facendo sempre lo stesso, ascoltando insegnamenti che si adattano a questo tempo, ma è sempre lo stesso. Noi abbiamo l'obbligo di dare l'ultima spiegazione alle persone. Ci saranno cose che traumatizzeranno…, perché appaiono strane figure in cielo?, perché il sole si oscura? perché le acque si alzano ed invadono le coste?, perché le sfere di luce si dividono? Perché migliaia di persone vedono il cielo che diventa buio? perché appaiono in cielo delle macchine grandissime? Tutti saranno protagonisti, tutti saranno annunciatori.
Chi non sarà pronto, non ci sarà, quelli che ci saranno, sarà l'unica missione che avranno. Richiede una grande preparazione, sarà l'ultima ed unica vostra missione, e non vi dimenticate, ve lo dirò sempre, ogni volta che verrò. I tempi si accorciano, e voi non potrete dire che non sapevate, perché siete stati preparati a questo scopo, ed ognuno deve fare la propria scelta individualmente, sentirla, più che sceglierla. Noi siamo venuti in questo mondo per gli ultimi giorni prima del Ritorno di Cristo. Questa è una preparazione, potrebbe costarci la vita, ma siamo venuti per questo, solo per questo ci siamo reincarnati.  So che è difficile da credere, a volte io stesso sono tentato: "No, non è così, i segni che si vedono in cielo, sono illusioni, false promesse"... mi dice il demonio, ma io so che non è così. Ogni anno sarà sempre più breve, 2015, 2016, 2017, e dobbiamo resistere con amore, "Amore! Amore, Grande! Amore, Puro! Amore, Immenso! Amore, Eterno! Amore, Celeste! Amore - sto leggendo quello che scrissi dieci anni fa -, Tenero! Amore, Accattivante! Amore, Trascendente!, Amore immanente!, Amore sublime!, Amore unico!, Amore indivisibile!, Amore immutabile!, Amore creativo!, Amore sensuale!, Amore carismatico!, Amore istintivo! ", Amore virile!, Amore giusto!, Amore spirituale!, Amore sofferente!, Amore in azione!, Amore Altruistico!, Amore Disinteressato!, Amore Incondizionato! L'Amore di Cristo”.  
(Giorgio legge il testo di un quadro esposto su una delle pareti dell’Arca, scritto da lui sull’Amore).
"Questo amore deve essere compenetrato nel cuore. Io ci sono!  Ad un amico che è venuto a trovarmi a Rosario, gli ho promesso che il Padre Adonay farà giustizia, è il Liberatore. E lo prometto a tutti.  Il Cielo vi salverà, voi e la vostra progenie – se sarete fedeli e manterrete  le vostre promesse -, a tutti i giusti, ai buoni, ed allora sono qui per stare con voi, sempre! GRAZIE"... (applausi) 

Domanda: Se Riina parlassi molte cose potrebbero cambiare…
Giorgio: "Adriana chiede riguardo Riina, un capo mafioso che adesso è in prigione. Se egli parlasse e rivelasse i segreti, succederebbe qualcosa di fantastico e per effetto domino emergerebbero molte cose della mafia internazionale, vincolate alle mafie mondiali. Si scoprirebbe, perché la mafia italiana è relazionata con la mafia internazionale e con i potenti.... Il segno lo abbiamo avuto con lo stesso Papa che disse che se i mafiosi non si pentono, andranno all'inferno. A livello tecnologico - malgrado non ci sia una relazione apparente -, c'è una relazione tra la missione cristica e questo aspetto della lotta antimafia. L'Ira di Dio è qualcosa che interessa tutta l'umanità, ed Egli farebbe giustizia anche in questo ambiente. Adriana, potrei dirti molte cose, ma ora non posso, ma lo capirete, perché tutto è relazionato con il Messaggio di Fatima e la Venuta di Cristo...  
Io annuncio la Giustizia del Padre, un Dio che sostiene gli innocenti. La mia voce è la voce che annuncia la Giustizia Divina. Io conosco il Padre Adonay, e so che presto farà giustizia”.

Domanda sull'Anticristo:  
Giorgio: "... Non c'è neanche un potente che abbia denaro o proprietà per milioni di dollari che sia buono, sono tutti cattivi. L'Anticristo non è nella lista dei 400 più ricchi del mondo, ma è al di sopra di loro. Questi 400 della lista sono gli alleati dell'anticristo, il braccio destro dell'anticristo, questo è un aiuto che vi do, dentro la lista potrebbe esserci il suo nome, ma non appare, non gli interessa. L'Anticristo ha il potere economico mondiale. Si manifesterà facendo apparentemente il bene, ma è una grande maschera, L'anticristo è un uomo, se gli spari muore, è una persona fisica, ma se lo ammazzi il suo spirito va da un altro uomo, ecco perché non bisogna eliminarlo fisicamente, bisogna smascherarlo spiritualmente. Vive tra il Vaticano, Palermo, e New York. Ha amici in Vaticano.  
Tutti, persino il vostro Presidente è un piccolo burattino di questi potenti. A volte sono così stupidi. Le cose che dicono sono una grande bugia, devono mettere in atto la democrazia, ma è solamente una grande bugia. La maggior parte dei politici sono coscienti di essere sottomessi a questi poteri, di essere in mano ad un potere più grande di loro, ma alcuni non si rendono conto, o non vogliono sapere più di quello che sanno. Nel caso di Mujica, il presidente uruguaiano, egli non vuole accettare che la sua rivoluzione che gli costò "il pozzo" dove rimase per diversi anni, fu una grande bugia per arrivare dove è arrivato oggi, al potere. Una parte di lui lo accetta, l'altra no. A Mujica se lo sono messi in tasca, ed egli non vuole accettarlo. Io sono informato sull'Uruguay, molto più di voi”.

Domanda sull’Harbar:  
Giorgio: "Più azioni positive si fanno, più l’Harbar si allontana”.

Domanda sulla situazione politica internazionale:  
Giorgio: "L’Ucraina è una scintilla che potrebbe scatenare la terza guerra mondiale. I Yankees non accetteranno di vivere nella povertà, fino al 2017 gli USA hanno l'obbligo di risanare il loro problema economico, altrimenti diventeranno come l'Uruguay, significherebbe il fallimento mondiale della loro economia, e non lo accetteranno mai. Per questo ci sarà una guerra mondiale. L'impero nordamericano si trova alla fine della sua storia, non lo permetterà, semplicemente non cederà visto che possiede un armamento nucleare... Lo stesso vale per i paesi orientali, in India vincerà il candidato che la Cina e la Russia vorranno.   
È una perdita di tempo e di denaro fare le elezioni in Uruguay, Argentina, perfino in Italia...   
Grazie al Cielo ed alle indagini giornalistiche si è scoperto che la Corea del Nord è uno Stato canaglia. Dentro ad un edificio super protetto, è stata trovata una tipografia che stampava  denaro vero, dollari che appartengono alla Riserva Federale, è il denaro oscuro della CIA., e dove lo hanno collocato? nella Corea del Nord, nel paese apparentemente più nemico degli USA, ma che alla fine è suo alleato. Per questo motivo siamo in crisi, è denaro vero che non produce, è clandestino. Allora la Corea del Nord stampa il denaro che viene poi introdotto nell'economia. È tutta una barzelletta, una grande barzelletta, un grande scherzo, perderemo la vita a causa di un grande scherzo?!".

Domanda sull'ONU:  
Giorgio: "L'ONU è un edificio dove stanno i pagliacci che non possono stare in un circo, sono pagliacci che non ci fanno ridere, ci fanno piangere...  
Fratelli, amici, forse ritorno ad agosto, siate uniti, in contatto, e seguite gli eventi". 

Il giorno dopo, venerdì 25 aprile 2014, Giorgio - durante una riunione operativa - ci saluta definitivamente, sollecitandoci come sempre a proseguire, uniti, con i nostri ideali, sensibilizzare la gente, appoggiare i giusti. Ed ha aggiunto qualcosa:  
"Oggi ci drogano con la televisione, per questo motivo nessuno esce a protestare. Esiste solo una resistenza, ma non sono molti. Le persone come voi sono quelle che oggi costituiscono le cellule rivoluzionarie nel mondo." 

Montevideo, giovedì 25 settembre 2014.  
Domingo Silva, con la collaborazione, e correzione di Adriana Navarro.

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea 

Siti amici

220X130_mystery

ban3milenio



Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

Libri

ilritorno1 tapa libroGB Giovetti1
cop dererum1books11
copertina italiano140