Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски
 
gesù bambini 
 
 DAL CIELO ALLA TERRA

“Se non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli” (Matteo 18,1-5.10.12-14)
LA LUCE DELL'AMORE PIÙ GRANDE È SULLA TERRA.
GENI UMANI DI ALTRI MONDI SONO VENUTI SULLA TERRA PER ESSERE IL NUOVO SALE E IL NUOVO LIEVITO DEL REGNO DI DIO SUL VOSTRO MONDO.
SONO LORO CHE RAPPRESENTANO LA NUOVA GENETICA G.N.A. NATA E CRESCIUTA SOTTO LE ALI DELLA GRANDE AQUILA GIOVANNEA AL SERVIZIO DEL CRISTO REDENTORE.
LEGGETE ATTENTAMENTE QUANTO LADY OSCAR SCRIVE TESTIMONIANDO IL DIALOGO TRA LA VOCE DI CHI PARLA IN QUESTO MOMENTO, TRAMITE LO SCRIVENTE, MIO FEDELE AMICO E SERVITORE, E I GIOVANISSIMI GNA PRONTI ALL'INIZIAZIONE ALLA VITA VERA. L'AMORE, LA PACE, LA GIUSTIZIA. IL RISPETTO E LA CONDIVISIONE CON IL PROSSIMO. L'ESERCIZIO DELL'ARTE E DELL'ETICA.
QUESTA È LA VERA VITA NELLA VOSTRA DIMENSIONE E IN TUTTE LE DIMENSIONI DELL’UNIVERSO.
È GIOIA GRANDE LA MIA NEL SERVIRE IL FIGLIO E GLORIFICARLO, COSÌ COME IL FIGLIO GLORIFICA IL PADRE.
È GIOIA GRANDE LA MIA ESSERE IN MEZZO A VOI. SERVIRE E DONARE A VOI TUTTI LA MIA SUPREMA CONOSCENZA SOLARE.
SONO ADONIESIS E VI ABBRACCIO CON AMORE INFINITO, TRAMITE LO SPIRITO, L'ANIMA E IL CORPO STREMATO DA SECOLI DI UN MIO AMICO SERVITORE, FEDELE DEL CRISTO UNIGENITO FIGLIO DELLO SPIRITO SANTO.
PACE!

PIANETA TERRA
29 Marzo 2022. Ore 21:23

LE DOMANDE DEI BAMBINI AD ADONIESIS
Di Francesca Panfili

‘Non insegnate la vostra morale, è così stanca e malata, potrebbe far male
Forse una grave imprudenza è lasciarli in balia di una falsa coscienza.

Non elogiate il pensiero che è sempre più raro
Non indicate per loro una via conosciuta
Ma se proprio volete
Insegnate soltanto la magia della vita…

Non divulgate illusioni sociali
Non gli riempite il futuro di vecchi ideali
L'unica cosa sicura è tenerli lontano dalla nostra cultura…

Ma se proprio volete
Raccontategli il sogno di un'antica speranza.

Non insegnate ai bambini
Ma coltivate voi stessi il cuore e la mente
Stategli sempre vicini
Date fiducia all'amore il resto è niente…’

Così cantava Giorgio Gaber, uno degli artisti e intellettuali più acuti del nostro paese.

In un mondo come quello odierno che mistifica la vita e consacra alla morte, queste parole suonano ancora di più come un monito alle nostre coscienze. I bambini, dono prezioso dell’umanità passata, presente e futura, custodi del Vero, esploratori dell’infinito, rifiutano per loro natura l’ipocrisia e si fanno tempio della Vita e della Verità che esprimono in modo disadorno e semplice con una veemenza che manda in frantumi schemi, giudizi, tristezze e problemi tipici di noi adulti.

Da quando decidono di venire al mondo, i bimbi iniziano ad essere nostri maestri. Ci danno la possibilità, nei 9 mesi in cui si fanno attendere, di revisionare noi stessi e preparare il giusto giaciglio interiore per accoglierli. Poi nascono, ridestano le nostre coscienze con il primo vagito, possibilità di risveglio e di entrata nella vera vita che offrono al genitore. E così inizia l’educazione di noi adulti alla dimensione divina che si rende umana e all’eterno presente in cui i piccoli vivono, un universo onirico che diviene immanenza e consente l’evoluzione dello spirito che si incarna e di chi riceve il dono della sacra custodia di quell’essere; un essere che attraversa la mamma, alberga in lei ma che è libero, appartenendo solo alla Mente di Colui che tutto crea.

E così il bambino giunge tra noi per manifestare il Divino Amore che spesso dimentichiamo, scegliendo coloro che dovranno accoglierlo in questa dimensione per consentirgli di svolgere la loro missione in questo pianeta che tutta la famiglia della terra ha il compito di agevolare, facilitando la libera espressione del talento e dell’unicità dei maestri di cui è custode.

I bambini sono il dono più prezioso che Dio ci affida per darci una possibilità di riscatto e di contatto con l’Altissimo ogni giorno, entrando così in un universo parallelo dove lo spazio, il tempo, l’individualità, i perché, le domande, i gesti, le parole, le espressioni e i suoni ci conducono alla Verità, quella che abbiamo dimenticato quando abbiamo smesso di contemplare la Vita, presi dalle preoccupazioni del mondo.

E così Dio ci affida questo dono, un’offerta comunitaria di cui tutti siamo testimoni e responsabili, un regalo di Vita che segna il proseguo di spiriti che si danno appuntamento per offrire insieme un contributo all’umanità.

Nella magia più assoluta che solo i bimbi sanno creare, abbiamo danzato con questi spiriti nelle profondità del cosmo, gioendo delle domande che ponevano ad uno strumento di Dio nel mondo che ha risposto utilizzando la stessa energia e lo stesso registro armonico che i piccoli emanavano. E in questa magica atmosfera il Divino ci ha parlato tramite le domande dei pargoletti della vita che, attenti, comprendevano, interagivano e venivano catturati dalle parole di un saggio che, più di ogni altro al mondo, vive in quella Verità che è propria di questi infanti da lui chiamati ‘Dio in mezzo a noi’.

E’ stato un dialogo tra Dio e Dio, come se il Padre si specchiasse in sé stesso.

E’ stata un’esplosione di emozione ed amore, tenerezza e vivacità, audacia e pensiero, che ha dipinto l’universo di questi piccoli, consentendoci di entrare in contatto con i loro pensieri e le loro inclinazioni animiche, così potenti, che richiedono coraggio e responsabilità.

Quelle che di seguito troverete sono le domande che i bambini di Adoniesis hanno fatto al loro Padre il quale ha risposto tramite il suo strumento nel mondo, Giorgio. E leggendo queste domande vi prego di immergervi nella magia del loro mondo, dove la profondità del cosmo è palpabile, dove il mistero diviene sondabile e la vita danza al ritmo della Verità, in un tentativo continuo di riconoscere stupore e meraviglia in tutto, dipingendo quadri di fantasia e fiabe che parlano del cosmico amore che questi spiriti incarnano. Vi prego di leggere questo dialogo ricordando a voi stessi di attivare quei sensi immaginifici e quell’intuizione di quando eravate bimbi anche voi, ritrovando quello sbalordimento, rimanendo attoniti ad ogni parola pronunciata sussurrando una fiaba di mondi lontani, dove Dio e l’uomo cooperano ed edificano armoniche creazioni che non conoscono il buio.

Grazie bambini di questo regalo meraviglioso che ci avete concesso permettendoci di ascoltare le risposte del Cielo alle vostre domande. Quesiti più puntuali, schietti e profondi non si potevano porgere! Alcune suonavano come schiaffi in faccia a noi adulti, tanto siamo inquinati dal mondo dell’immanenza, mentre altre ci trascinavano nella trascendenza più pura con la semplicità e la gioia che solo una natura autentica sa donare.

Vi amiamo tanto. Grazie per essere scesi in mezzo a noi e per ricordarci che solo nella purezza e nello stupore per la Verità potremo sempre lasciarci sorprendere dalla vita che permea tutte le cose, trovando cosi la presenza del Santo Spirito in tutto ciò che ci circonda.

Grazie a Giorgio per averci concesso di ascoltare queste risposte e per averci trasportato nella magia di un dialogo tra Dei che si riconoscono nel Vero.

BAMBINI: Perché c’è la guerra?

R: C’è la guerra perché l’uomo è diventato cattivo. Prima l’uomo era buono, poi è diventato cattivo perché si è fatto prendere dall’orgoglio, iniziando a credersi superiore agli altri. Così ancora oggi l’uomo fa la guerra per conquistare territorio e sottomettere il prossimo. Noi dobbiamo invece dire agli uomini che siamo tutti fratelli e tutti uguali quindi non dobbiamo sottomettere nessuno. Dovete sapere però anche questa cosa: a volte la guerra, per quanto sia la cosa più terribile che c'è al mondo, in casi rarissimi è necessaria per difenderci. Ti faccio un esempio tesoro: se viene un cattivo qui dentro e vuole fare del male a te e a tutti i tuoi amichetti e noi non vi difendiamo lui ci uccide e questo noi non possiamo permetterlo. Per questo noi reagiamo anche a livello fisico per difenderci. Questo si può fare ma è un’eccezione e va fatto solo per difesa nei vostri confronti.

BAMBINI: Cosa farà Dio per la guerra?

R: Manderà persone come me per parlare della pace e invitare tutti gli uomini a fare giustizia e a mettersi d’accordo. Se Dio non sarà ascoltato manderà Gesù Cristo e allora imporrà la pace per tutti, soprattutto per difendere voi bambini. Questo sta facendo Dio soprattutto in questo momento.

BAMBINI: In un’eventuale guerra atomica perché gli extraterrestri hanno deciso di intervenire solo dopo 8 minuti e non subito?

R: Questa è una domanda molto intelligente e quindi ora ti spiego bene. Gli extraterrestri intervengono dopo 8 minuti perché loro possono difenderci solo se veniamo attaccati. Per esempio se viene qui un signore e vuole picchiarti e te lo dice, io e tuo papà gli diamo un avvertimento e lo invitiamo ad andarsene ma non possiamo fare niente di più. Noi possiamo intervenire fisicamente solo se lui ti dà uno schiaffo. Questo è quello che la legge ci permette. Ora trasporta in grande questo concetto: gli extraterrestri possono intervenire solo dopo che scoppia qualche bomba atomica perché la legge proibisce qualsiasi tipo di aggressione preventiva. Anche se ci sono dei malintenzionati che vogliono usare l’atomica, loro non possono mai aggredire, devono solo difendersi. E la difesa avviene solo quando si commette la violenza, non prima. Quindi si interviene solo dopo che accade un fatto. Questa è la legge dell’universo. Ecco perché gli extraterrestri possono parlare, far conoscere il loro messaggio ma non intervenire con la violenza per fermare la possibilità che si usi l’atomica.

BAMBINI: Perché durante una conferenza hai detto che se scegli Cristo farai soffrire altre persone? Perché chi sceglie Cristo deve dedicarsi completamente a Lui e lasciare gli altri? Come hai fatto tu con la tua mamma?

R: Se scelgo Cristo faccio soffrire altre persone perché il cammino di Cristo è la sofferenza, è la sopportazione, è patire la persecuzione e poter reagire solo con la parola dicendo la Verità. Se scegli Cristo non puoi dedicarti alle persone che ami. È un atto d’amore infinito ed è un sacrificio perché solo se ti distacchi dal sentimento verso i genitori o verso i tuoi figli o verso tua moglie o i tuoi fratelli puoi servire Cristo al cento per cento, altrimenti non lo servirai completamente. Quindi questo implica che dai una sofferenza a chi ti ama ma compi il servizio a Cristo completo. Distaccarti da chi ami non significa odiare chi hai vicino ma significa non dare loro l’attenzione che meritano perché le tue attenzioni sono totalmente rivolte verso la tua Causa cioè verso Cristo. Io per questa ragione ho trascurato i miei figli e la mia famiglia ma non li ho odiati o ripudiati. Li ho amati con tutto il cuore ma non ho dato loro le attenzioni che comunemente dà un padre perché servivo, secondo me, Cristo e perché dovevo dedicarmi a tutta l'umanità, a tutti i fratelli, a voi in sostanza. Sono stato fortunato perché le persone che amo amano Cristo come me e quindi lo serviamo insieme. Questa è stata la mia fortuna! Persino mia mamma mi segue da casa con il rosario in mano. Per questo mi ritengo miracolato perché malgrado io abbia trascurato i miei genitori, la mia mamma soprattutto, lei mi segue e mi ama lo stesso. Normalmente quando uno come me fa questa scelta, una bimba come te che puoi essere mia figlia, ama di più il suo papà perché sente l'amore che ha per lei e comprende che quello che sta facendo suo padre è per tutti. Questo è ciò che mi è accaduto con mia figlia perché ha visto che non stare insieme a lei è stato un sacrificio soprattutto per me.

BAMBINI: Come tornerà Gesù?

R: Gesù tornerà così come ti sto parlando tesoro, fisicamente. Avrà lo stesso corpo di 2000 anni fa e non verrà con l’asinello ma con apparati molto più sofisticati che vengono dal Cielo e con i nostri Fratelli dello spazio. Quello che vi posso garantire però è che il suo corpo resuscitato è rimasto così come è dopo 2000 anni. Lo mantiene fresco. Lui è in grado, con il suo astrale e il suo spirito, di mantenere il suo corpo intatto all’età di 33 anni e quindi lo vedrete come lo hanno visto duemila anni fa. Io l’ho già visto.

Sapete bambini, desidero farvi una confessione. A volte ho dei dubbi…Volevo confessarvi che tutti possiamo avere dei dubbi e non c’è nulla di male. L’importante è però che poi ci convinciamo e vediamo i fatti. C’è una cosa su cui però non ho mai avuto dubbi e non ne avrò mai: io sono tanto felice e a volte penso che lo sono talmente tanto che, se un giorno dovessi scoprire che mi sono inventato tutto, la cosa che ho fatto veramente e che penso che Gesù voleva che io facessi, era farvi conoscere ed amare il Signore. Di questo non ho mai avuto dubbi. A volte il dubbio mi attanaglia. Mi chiedo se è tutto vero ma poi ovviamente supero questi momenti e ciò che mi rende felice è sapere di avervi fatto conoscere Gesù nella sua Verità perché Gesù era come io vi racconto e diceva le cose che io vi dico. Di questo non ho mai avuto alcun dubbio né lo avrò mai perché so che Lui è felice di come io ve lo racconto e quindi questa è la vera fede che ho e che combatte tutti i dubbi che io posso avere. So che Lui vuole che io vi parli di Lui così. La gioia più grande della mia vita è avervi parlato di Lui in questo modo, avervelo raccontato e avervi fatto conoscere il Gesù vero quello che i principi della Chiesa hanno mistificato e hanno mostrato in modo maldestro… Non sono neppure le stimmate a farmi credere ciò che ho visto ma la certezza di avervi raccontato Gesù così come è stato e di conseguenza credo nei segni e nella mia esperienza. E’ Lui che vuole che io vi parlo così del suo insegnamento. Poi per il resto credo a tutto. Questa è la vera fede. Ovviamente quando vi parlo di dubbi vi parlo di pochi secondi di tentennamento che poi mi passano quando vedo la mia vita.

BAMBINI: Maria come ha fatto a diventare la Madonna e a salire in cielo?

R: Maria è stata sempre Maria. E’ stata la mamma di Gesù perché l’ha partorito. La tua domanda è corretta. Ha partorito questo bambino che è il nostro Maestro ed è diventata la madre di Gesù Cristo. E’ andata in cielo perché il Signore nostro ha voluto che la propria mamma non morisse come tutte le altre e che andasse in cielo non solo in spirito e in astrale ma anche con il corpo per dare un segno della sua potenza e della sua gloria agli apostoli che erano nel letto di morte della Madonna. E’ stata quindi assunta in cielo. Tommaso, che dubitava sempre anche se era un santo, non credeva all’assunzione al cielo della Madonnina perché era arrivato in ritardo. La Madonna già se ne era andata e allora la Madonna dal cielo gli fa cadere la sua cintura in testa. E allora lì Tommaso crede. La stessa cosa Tommaso aveva fatto con Gesù che non lo credeva risorto. Tutti gli apostoli lo avevano visto, tranne lui che pensava che si trattasse solo di un racconto. Da lì disse che se non vedeva né toccava non credeva. Così il Signore gli apparve nel Cenacolo ma Tommaso continuava a non credere. Per questo Gesù lo invitò a toccare il costato ma anche i suoi piedi e dopo averlo fatto l’apostolo si è inginocchiato quando ha compreso che si trattava davvero del nostro Signore.
E Gesù lo ammonisce dicendogli che solo perché lui aveva visto e toccato credeva, ma beati saranno coloro che crederanno senza vedere e senza toccare. Con la Madonna Tommaso ha ripetuto lo stesso errore ma ha evangelizzato il mondo ed ha dato anche lui la vita.

BAMBINI: Tu Giorgio da dove vieni esattamente e di che dimensione sei?

R: Io provengo dall’universo. La vera origine di noi tutti è l’universo. Anche tu provieni dall’universo. Rispetto alla mia provenienza originaria posso risalire a dove è stato partorito, emanato, cresciuto il mio spirito che si è evoluto in una zona dell'universo chiamata ‘le sette sorelle’ ossia le Pleiadi da una stella che si chiama Maya. Mi hai chiesto a che dimensione appartengo. Le dimensioni dell'universo sono 7. La settima è quella massima dove ci sono gli Dei cioè coloro che possiedono lo Spirito Santo e quindi Dio. Noi siamo delle dimensioni tra l'essere umano e gli esseri angelici che equivale alla quinta dimensione che è la mia provenienza, ossia la provenienza della confederazione interstellare a cui appartengono coloro che dirigono i quadri esecutivi che sono gli esseri umani extraterrestri della quarta dimensione. Noi uomini facciamo parte della quarta dimensione allo stadio animale perché abbiamo lasciato l'anima collettiva e siamo nell’Ego Sum che è quarta dimensione ma allo stadio animale. Poi noi abbiamo pure tradito il patto e quindi stiamo rischiando di tornare indietro. A voi bambini devo dire tutto. A voi adulti avrei risposto diversamente perché non mi comprendete.

BAMBINI: Giorgio perché hai le stimmate e ti fanno male?

R: Questa è una domanda molto seria e importante. Ho le stimmate per ricordare che Gesù Cristo è esistito e che è stato ucciso ingiustamente per salvarci. Per questo ho le stimmate perché ricordano che Lui è stato ucciso per un atto d'amore e, non essendoci fotografie ma solo quadri ed essendoci solo poche pagine di storia che sono i Vangeli, portare il segno autentico delle stimmate, che sono ferite che non guariscono, non si infettano e non muoio e che quindi sono delle ferite della crocifissione, è l'unico modo per ricordare Cristo nel suo essere vivo quindi supera qualsiasi foto, qualsiasi filmato, qualsiasi quadro perché ti ricordano Lui e il Suo sacrifico e da li puoi conoscere meglio Cristo. Per questo ho le stimmate e per questo devo soffrire molto meno di Lui ma devo ricordare il Suo messaggio e il Suo sacrificio.

BAMBINI: Come fa Dio a non essere mai nato?

R: Quello che mi viene dal cuore è questo ed io sento che voi per me siete come Dio stesso e quindi mi devo confessare. Quello che mi chiedi non lo so. Io non so tutto però quello che posso dirvi con certezza è che Lui c’è. Questo per ora ci basta. È meglio sapere che Lui esiste ed è meglio che non conosciamo come mai non è nato che magari trovare una spiegazione dimenticandoci che Lui vive. È meglio sapere che esiste per adesso, poi il resto lo conosceremo dopo. So che c’è. Ora faccio io una domanda a voi: sentite amore per mamma, papà e per me? E come è nato questo amore? Da dove è nato? Questo non lo sappiamo, ma sappiamo che c’è! Così è Dio.

BAMBINI: Cristo e Dio sono la stessa cosa?

R: Cristo e Dio non sono la stessa cosa ma sono la stessa cosa. Ora vi spiego perché vi ho detto questo. L'entità Cristo e l’entità Dio e lo Spirito Santo sono tre entità diverse in una medesima sostanza. Cristo è il Figlio di Dio ma noi uomini non conosciamo Dio se non attraverso Cristo. Il vero Dio di tutti è lo Spirito Santo, Dio di Adonay, Dio di Cristo e Dio nostro perché Causa dell’esistenza di tutto.

BAMBINI: Se Lucifero sa di aver sbagliato a sfidare Dio, perché continua a tentare l’uomo?

R: Perché è un ordine che gli ha dato Dio per poter scontare la pena detentiva che ha avuto quando è stato condannato per i suoi errori. E tentare l'uomo significa che gli fa vedere le cose sbagliate, ingannandolo, ma l'uomo può rifiutarsi. Quindi quando Satana tenta l'uomo e l'uomo accetta non è colpa di Satana ma è colpa dell’uomo. Il punto è la volontà. Gesù quando è tentato nel deserto ci dimostra anche questo: l’uomo può rifiutare le tentazioni. Non è che satana ci tenta e ci tortura se non obbediamo alla tentazione. Se rifiutiamo lui se ne va. Gesù, Figlio dell’Uomo, quando allontana le tentazioni nel deserto e dice al diavolo ‘Vattene satana, io servo Dio’ il diavolo se ne va. Non è come la mafia che ti tortura fino a che non obbedisci. Satana ubbidisce a Dio mentre l’uomo no. Ecco perché noi pagheremo colpe peggiori di satana perché Dio a noi ordina di fare delle cose e noi gli ridiamo in faccia, invece quando il Padre ordina a satana di andarsene da quell’uomo lui se ne va. Il mio vecchio maestro Eugenio diceva ‘E’ più facile conciliare satana a Dio che l’uomo a Dio’.

BAMBINI: Come è nato il male? Perché se Dio è buono non capisco come possa aver creato il male…

R: Dio ha creato il male solo per fare conoscere allo spirito quando è incarnato nel corpo il valore supremo del bene. Ti faccio un esempio: se tu vedessi sempre e solo il sole e mai la notte, come faresti a dire che il sole è bello? Quando scende la notte ti ricordi la luce bellissima che aveva il sole e non vedi l'ora che arrivi la mattina e quando arriva l’alba sei felice di quel bel sole e quindi lo stai apprezzando. Dio quindi ha creato il male in modo tale che tu conosca il buio per poi godere della luce. Solo per questo. Quando l’uomo vuole rimanere nel male disobbedisce. Quindi tu puoi vedere il male ma poi basta, lo lasci e vai nel sole. Tu puoi vedere la notte ma la mattina devi andare al sole. Non puoi ritornare nel buio. Devi quindi apprezzare la luce. Come fai ad apprezzare la luce se non sai che c’è il buio? Quindi devi andarci nel buio, viverlo e immergertici per poi apprezzi la luce. Se però resti nel buio allora ti comporti in modo stupido perché li nelle tenebre non puoi restarci.

BAMBINI: C’è l’universo, Dio, le particelle… ma come è possibile che possa esistere tutto questo dal niente?

R: Prima di rispondere a questa domanda, voglio farti un’altra domanda: che cos’è il niente? Come fa ad esistere una cosa che non c’è se la stai nominando? Il niente non esiste e non esiste che non poteva accadere il fatto che esiste tutto questo perché tutto ciò che esiste può esistere perché non può esistere il nulla. Il nulla esisterebbe solo ed esclusivamente se tu non potevi parlarne. Ciò significa che il niente non esiste. Il niente non può esistere per il semplice fatto che non lo puoi definire perché nel momento esatto in cui lo definisci già esiste.
Quindi alla fine tutto ciò che noi sentiamo ed identifichiamo esiste. Il niente esiste perché noi lo stiamo nominando. Non esiste una cosa che non esiste perché tutto è presente e tutto esiste e allora qualcosa che non c’è può esserci solo se è nella mente di Dio e basta. Questo vale però per quanto riguarda la nostra prospettiva. Per Dio invece c’è tutto e sempre.

BAMBINI: Volevo sapere da quale universo io vengo…

R: Ti rispondo anche per tutti gli altri: voi non siete di qua, tutti voi che fate parte della famiglia delle arche non siete di questo mondo perché avete scelto di nascere attraverso i vostri genitori che dal cielo avete visto che contemplano la vita nell’universo. Quando un essere extraterrestre sceglie di nascere attraverso delle persone che non contemplano la vita nel cosmo è perché deve pagare un karma. Poi dopo si risveglia. Voi invece, che siete nati attraverso genitori che sono nella Verità, è perché siete in missione. Sonietta è l'esempio di tutti voi ma tutti voi siete come lei.

BAMBINI: Quando gli extraterrestri ci porteranno via, porteranno via anche la nostra arca?

R: Si porteranno via anche la nostra arca e la metteranno nel posto dove vorrai tu tesoro.

BAMBINI: Come si sono creati i pianeti?

R: I pianeti si creano generalmente dai Soli. Il sole è come se fa un colpo di tosse e crea dei pianeti e si forma il sistema solare.

BAMBINI: In realtà i pianeti sono fatti di polvere e gas?

R: Si però quando il sole li emana sono polvere e gas infuocato poi in miliardi di anni si raffreddano e diventano roccia. Il nostro pianeta è nato quasi 4 miliardi e mezzo di anni fa e per raffreddarsi ha impiegato un miliardo di anni. Negli ultimi 4 miliardi di anni è diventato quello che vediamo.

BAMBINI: Perché c’è Gesù?

R: Perché noi possiamo conoscere Dio solo se Lui diventa una persona. Gesù c’è perché Dio desidera farsi conoscere da noi attraverso una persona.
Voglio lasciarvi con un insegnamento, cari bambini.

Voglio dirvi che finché ci siete voi in questa arca c’è Dio. Significa che Dio è con noi e allora sono felice che Dio sia con noi attraverso di voi. Quindi dite ai genitori ciò che vi ho detto, ditegli che devono farvi stare insieme, ditegli di farvi venire all’arca. Voi seguite gli Our Voice? Loro erano come voi, avevano la vostra stessa età, abbiamo iniziato così con queste cose e poi sono diventate i leader che ora conoscete.

Non dovete mai cercare giustizia solo perché vi sentite giusti. Dovete cercare giustizia solo quando la giustizia non c’è e non quando voi credete che non ci sia. Non potete difendere una causa se non è la vostra causa.

Non necessariamente ciò che sentite è la verità, voi dovete difendere cose più grandi.

Noi dobbiamo cercare sempre la Verità.

Non cercare la verità nelle cose umane, siamo tutti umani!

Non cercare la perfezione perchè nessuno è perfetto. Gesù ha perdonato anche quelli che lo hanno tradito, e voi non perdonate chi può prendervi in giro? E poi volete amare Gesù e imitarlo? Come fate ad imitarlo se non tollerate delle piccole ingiustizie? Non dovete soffrire e nemmeno generalizzare. Quando una persona commette un errore è la singola persona che lo fa e non l’intero gruppo altrimenti se pensassimo così saremmo dei giudici arroganti perché i movimenti e le comunità sono fatte di uomini. I reati che perseguono i nostri giusti sono individuali, solo un reato è associativo che è quello di associazione mafiosa. Tutto il resto dei reati sono individuali, non li commette la famiglia ma il singolo.

Dovete comprendere che nessuno è perfetto. Finché non siete perfetti non dovete lamentarvi mai di niente. Dovete cominciare a protestare e ad urlare solo quando siete perfetti ma, finchè non lo sarete, dovete essere umili e tollerare perché ricordate: solo se tollererete e perdonerete sarete perdonati, altrimenti no. Quando combattiamo e urliamo nelle piazze non è perché vogliamo la perfezione o siamo perfetti ma perché chiediamo e vogliamo giustizia e libertà per chi non può farlo.

Quando vi sentite ignorati dal vostro maestro o dai vostri amici, ricordatevi la storia di Yogananda che veniva costantemente ignorato dal suo maestro che lo maltrattava non calcolandolo e mettendolo agli ultimi posti. Poi un giorno gli ha detto: tu sei la guida del movimento che ho fondato.

Se volete diventare guerrieri, guide e grandi condottieri dello spirito fatevi umiliare, cercate l’umiliazione. Quando avevo 11 anni andavo dal mio maestro e venivo lasciato fuori dalla porta e dal cancello. Ti immagini se io facessi cosi con voi? Voi vi arrabbiereste molto e ciò significherebbe che non siete degni di seguirmi. Io invece sono stato fuori dal cancello. I segretari del mio maestro mi dicevano che non potevo entrare e io ho atteso. Sono andato lì tante volte e non entravo. Accettavo e aspettavo fuori cercando di capire a distanza cosa diceva il maestro, rimanendo dietro il cancello ed oggi porto avanti l’Opera del mio maestro. Se avessi reagito come voi pensate oggi non mi troverei dove sono. Allora fatevi umiliare, fatevi ignorare e più vi ignorano, più voi cercate i vostri fratelli e più il Signore vi guarderà perché è il Signore che ci sceglie e non gli uomini. E il Signore vede. Il Signore ha visto che quel bambino era fuori da quel cancello. Voi siete privilegiati nell’ascoltarmi da vicino perchè Giorgio da bambino era fuori il cancello. Capito? E allora la prossima volta mi dovete dire che siete strafelici perché state facendo la gavetta e perché non vi hanno calcolato, cosi un giorno sarete dei grandi condottieri e dei leader perché il Signore vi ascolta. Io soffrivo come voi quando venivo lasciato fuori dal mio maestro e piangevo, ma non mi arrabbiavo con nessuno dei segretari di Eugenio, anzi ero strafelice perché loro ubbidivano e io ero contento per questo perché era Eugenio che diceva loro di fare così. E io da ultimo sono diventato il primo e loro da primi sono diventati ultimi, quindi forza e coraggio bambini!

---------------------

Grazie Adoniesis per questi doni di Conoscenza e amore che hai espresso tramite i nostri bambini e Giorgio.
Con devozione e volontà di contemplare la magia della creazione che si esprime negli esseri più puri

Francesca
24.3.22

giorgio bambini

Allegati:

- 18-02-19 GNA:7.465.006
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2019/7921-gna-7-465-006-1.html

- 6-01-19 I giovani della genetica G.N.A.
https://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2019/7865-i-giovani-della-genetica-g-n-a.html

- 29-09-18 I bambini sono Dio
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2018/7743-i-bambini-sono-dio.html

- 11-03-22 Quo Vadis? Umanità?
https://www.thebongiovannifamily.it/cronache/cronache-dalle-arche/cronache-dalle-arche-2022/9371-quo-vadis-umanita.html

- 24-02-22 Il valore supremo della tolleranza
https://www.thebongiovannifamily.it/cronache/cronache-dalle-arche/cronache-dalle-arche-2022/9353-il-valore-supremo-della-tolleranza.html

- 19-02-22 Nutrimento celeste
https://www.thebongiovannifamily.it/cronache/cronache-dalle-arche/cronache-dalle-arche-2022/9347-nutrimento-celeste.html

- 8-02-22 Lo Spirito di Verità ha parlato
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2022/9333-lo-spirito-di-verita-ci-ha-parlato.html

- 31-01-22 Nuove rivelazioni giungono dal Cosmo
https://www.thebongiovannifamily.it/cronache/cronache-dalle-arche/cronache-dalle-arche-2022/9321-nuove-rivelazioni-giungono-dal-cosmo.html

Altri scritti di Francesca Panfili:

https://www.thebongiovannifamily.it/francesca-panfili.html

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea 

Siti amici

220X130_mystery





Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

LIBRI

banner libri marsili

lavocedelsole200 1

 

 


 

 

 

tapa libroGB Giovetti1

cop dererum1

ilritorno1

books11copertina italiano140